Come ampiamente preannunciato, saranno riaperti i termini per la rottamazione delle cartelle e per il saldo e stralcio. E’ stato infatti presentato dalla Lega l’emendamento al Decreto legge Crescita che prevede la possibilità di presentare nuove domande entro il 31 luglio. La proroga era stata richiesta dai commercialisti a seguito dei problemi informatici che avevano ritardato la presentazione delle richieste entro la scadenza della Rottamazione-ter fissata per lo scorso 30 aprile. Richiesta successivamente avallata sia dalla Lega che dal Movimento 5 Stelle.

Proroga rottamazione cartelle e saldo e stralcio: nuova scadenza il 31 luglio

Il sottosegretario leghista all’Economia, Massimo Bitonci, ha annunciato il deposito dell’emendamento al Decreto Crescita che prevede la riapertura dei termini per l’adesione alla rottamazione delle cartelle e al saldo e stralcio previsto dalla Pace Fiscale. L’emendamento, una volta approvato, consentirà ai contribuenti che non sono riusciti a presentare la domanda entro la scadenza del 30 aprile, di presentare all’Agenzia delle Entrate-Riscossione istanza di adesione alla definizione agevolata entro la nuova scadenza fissata al 31 luglio 2019.

I contribuenti, nel caso in cui la domanda sia accolta, potranno così saldare le cartelle relative ai debiti col fisco notificate tra il 2000 e il 2017 pagando solo le imposte e i contributi dovuti senza sanzioni e interessi. Il pagamento di quanto dovuto potrà avvenire in un'unica rata da versare entro il prossimo 30 novembre, oppure in 17 rate, la prima delle quali sempre al 30 novembre.

La stessa proroga al 31 luglio viene prevista per il saldo e stralcio delle cartelle, riservato ai contribuenti in difficoltà economica con un Isee inferiore a 20.000 euro.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Tasse Lega Nord

I termini della proroga previsti dall’emendamento escludono la possibilità di un ampliamento della platea di beneficiari con l’inclusione, ipotizzato nelle scorse settimane, delle cartelle notificate nel periodo da gennaio a dicembre 2018 che rimangono quindi escluse dalla sanatoria.

Rottamazione-ter, le prossime scadenze

Per i circa 1,4 milioni di contribuenti che hanno già presentato domanda entro i termini del 30 aprile previsti dalla Rottamazione-ter e i 270.000 interessati dal saldo e stralcio, le prossime scadenze da tenere d’occhio riguardano la risposta che Agenzia delle Entrate-Riscossione darà alle domande e che arriveranno entro il 30 giugno, per quanto riguarda la Rottamazione-ter, ed entro il 31 ottobre in caso di saldo e stralcio.

Oltre all’esito della richiesta, la comunicazione dell’Agenzia conterrà anche l’ammontare complessivo della somma dovuta oltre all’importo e alla scadenza di ogni rata ed i relativi bollettini per il pagamento.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto