In un futuro non molto lontano sarà possibile utilizzare una connessione veloce di dati grazie alla luce led. Si tratta della connessione comunemente conosciuta come Li-Fi (abbreviazione di "LIght Fidelity") per indicare una trasmissione dei dati che avviene tramite la luce. Quindi anche per mezzo di semplici lampadine led è fattibile dare avvio ad una serie di comunicazioni telematiche in modo diretto e veloce, con unica limitazione rappresentata dai muri.

In questo modo, grazie alla possibilità di modulare le onde elettromagnetiche della luce, si possono far funzionare la maggior parte dei dispositivi elettronici di uso comune, tra i quali smartphone e tablet.

I vantaggi del Li-Fi

Il termine Li-Fi è stato coniato per la prima volta nel 2011 da Harald Haas (docente dell'Università di Edimburgo) per indicare il corrispettivo della connessione Wi-fi. Questo nuovo nome si deve infatti ad una connessione che viene fatta funzionare grazie alle diverse modulazioni dello spettro della luce del visibile. I vantaggi di una trasmissione di tal genere si sono visti fin da subito.

Infatti la caratteristica che fa prediligere il Li-Fi rispetto al Wi-fi è la velocità, che può raggiungere prestazioni simili a quelle dei 5G. In commercio sono presenti alcuni dispositivi che raggiungono una velocità di 10G al secondo. Questo è possibile grazie al fatto che la luce ha uno spettro 10000 volte più ampio rispetto a quello del Wi-Fi, consentendo una trasmissione di dati molto più veloce e una banda più sicura. Un altro vantaggio è rappresentato dalla maggiore precisione nella localizzazione, che è molto utile in alcuni casi di connessione di dati.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Scienza

Il Li-Fi è in grado di raggiungere una posizione anche senza la presenza del segnale GPS, con una margine di soli 2-3 cm. Inoltre il Li-fi è molto utile nel caso in cui si voglia tutelare la sicurezza dei dati, dato che si tratta di un sistema al riparo dalle intercettazioni.

Gli ambiti dove il Li-Fi è utile

Il Li-Fi può essere utilizzato in qualunque contesto sia presente un riflesso di luce, ma in alcune situazioni le sue prestazioni possono essere migliori rispetto a quelle del Wi-Fi.

Innanzitutto il Li-Fi sarebbe molto utile nei musei, per guidare i visitatori, dato che un riflesso di luce è sempre puntato sulle opere d'arte. Oppure potrebbe essere usato nei centri commerciali. Ma oltre a scopi prettamente ludici, il Li-Fi rappresenterebbe una risorsa in ambito sanitario. Negli ospedali è vietato usare tecnologie che creino qualunque tipo di interferenza con gli strumenti medicali.

Ma dato che le onde utilizzate per la trasmissione dati del Li-Fi sono a radiofrequenza zero, questo strumento potrebbe essere usato dagli operatori sanitari.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto