Ormai è diventata una moda virale in gran parte dei paesi a livello mondiale. Una pratica che per quanto possa sembrare bizzarra e strana, è risultata essere di uso comune in molte nazioni, riscontrando grande successo per ogni fascia di età. Stiamo parlando della Rage Room (termine inglese che letteralmente significa 'stanza della rabbia'), un luogo in cui, per sfogare stress e nervosismo della frenetica routine della vita quotidiana, puoi spaccare e rompere tutto ciò che ti trovi davanti. La Rage Room è arrivata già da tempo anche in Italia, ma fino a pochi giorni fa se ne registrava la presenza solo nelle grandi città del centro-nord della Penisola.

Ora, invece, la 'stanza della rabbia' è diventata realtà anche nella città di Napoli, dove aprirà i battenti tra pochi giorni. L'inaugurazione ufficiale, infatti, è prevista per sabato 18 gennaio 2020.

La Rage Room aprirà a Fuorigrotta

La 'Rage Room' di Napoli sorgerà nel popoloso quartiere partenopeo di Fuorigrotta, periferia occidentale di Napoli, precisamente in via Tiberio, numero civico 70. Si tratta della prima 'stanza della rabbia' che aprirà nel sud Italia. Negli ultimi anni, queste curiose stanze, nate da un idea importata dagli Stati Uniti d'America, si sono diffuse con sempre maggiore frequenza.

Secondo gli esperti (sono stati interrogati a proposito medici, psicologi, psicanalisti e neurologi) si tratterebbe di un modo come un altro per alleviare tensioni e stress mentale. Il successo delle 'Rage Room' anche in Italia è ormai acclarato, tanto è vero che nella scorsa estate del 2019 è nata a Bologna la prima 'stanza della rabbia' dedicata ai bambini.

Il funzionamento della Rage Room

Il cliente paga una somma di denaro per il biglietto d'ingresso, cifra che varia a seconda della durata della singolare esperienza: i prezzi oscillano dai venti ai sessanta euro, a seconda del tempo che si intende trascorrere all'interno della stanza e al numero di oggetti da distruggere.

Il cliente, con indosso una corazza da softair per proteggersi, munito di scarpe anti-infortunio, casco con mascherina, guanti e altre protezioni per braccia, busto e gambe, viene dotato di un'arma a sua scelta: la gamma di arnesi varia da martelli a mazze da baseball, da punteruoli a pale ed altri oggetti contundenti con i quali l'avventore può letteralmente distruggere ogni oggetto presente all'interno della stanza.

Questo è appunto lo scopo: rompere tutto per dare sfogo il più possibile a tensione, rabbia, stress e nervosismo. E sono sempre di più quelli che affermano che questa tecnica funziona alla grande, risultando davvero utile per reprimere frustrazioni e situazioni stressanti.

Segui la pagina Curiosità
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!