Ania Lisewska, ventenne polacca, hadeciso di battere ogni record ed entrare nel Guinness dei primati come numero dipartner occasionali, fino ad arrivare a quota 100mila uomini registrati nel suoarchivio online. Per pubblicizzare l'impresa, la giovane donna, o chi per lei, ha dimostratodi avere anche un bel fiuto per gli affari aprendo un sito internet che, dopoaver scritto l'indirizzo internet su magliette a gadget vari, ha registrato un'impennatadi visite che le ha permesso una buona resa pubblicitaria.

Il suo obiettivo, oltre a quello dientrare nel Guinness dei primati, è quello di "farsi conoscere", soprattuttoonline, da dove è partita la bizzarra richiesta: Ania è disponibile previoappuntamento e solo dopo il pagamento di una somma di soli 10,00 euro comecontributo per l'alloggio temporaneo.

L'invito è rivolto a chiunque vogliapassare un po' di tempo con lei, di certo non per giocare a carte.

Il sito della ragazza è però statoinvaso anche dagli hacker che hanno diffuso la voce che la ragazza abbiacontratto l'Aids, mettendo seriamente a rischio la reputazione della giovanepolacca. Ma lei non si è arresa a ha già promesso che eseguirà pubblicamente iltest per dimostrare il contrario e continuare il suo obiettivo. Dal 30 agosto,la ragazza sarà nuovamente al lavoro e per l'occasione ha già scritto sul suosito una frase che non lascia spazio all'immaginazione: "Iscrivetevi! Avrete diritto a 20 minuti di piacere".