Nella puntata di "Uomini e donne" del 1° ottobre Anna indossa un vestito bianco che le sta d'incanto. All'inizio della puntata vengono eliminati quei corteggiatori che hanno trascorso una serata insieme alle corteggiatrici di Aldo e di Tommaso. Anna fra gli uomini salva solo Mirko.

La prima esterna di Anna è con Emanuele: divertendosi al karaoke cantano al microfono in un locale vuoto una canzone di Vasco Rossi, "Rewind". Più tardi sono in un bar, Emanuele porta un vassoio coi pasticcini e nasconde nell'altra mano della panna montata che usa per sporcare il viso e i capelli di Anna.

Lui vuole farla divertire ma Anna non ha gradito quello scherzo anche se non glielo dice apertamente. Nell'immagine seguente i due ragazzi hanno i capelli bagnati: si son dovuti lavare i capelli e il viso per togliersi la panna. Lui simpaticamente dice che ha ancora il viso sporco di panna ma non è vero. Il loro è un gioco, un corteggiamento, si guardano e sono molto carini.

In trasmissione Emanuele canta una canzone di Max Pezzali, "Sei fantastica", e insieme ballano con la canzone in sottofondo.

Seconda esterna: Andrea e Anna parlano della timidezza, delle fotografie per cui lui ha posato, Andrea rivela che prova già qualcosa, che sul telefonino ha le foto di lei, che la pensa e è felice.

Per tutto il tempo è lui a parlare, a comunicare quello che prova e di cosa ha bisogno. Ballano insieme e si abbracciano. La ringrazia, più volte, per quello che gli fa provare. "Sei interessante, hai come un segreto da scoprire e vorrei scoprirlo, sei speciale." le sussurra all'orecchio.

Terza esterna: non è stata mandata in onda martedì, ma vi raccontiamo quanto è successo.

Piki e Anna hanno fatto un giro in bici, poi seduti sul prato hanno chiacchierato. All'uomo dà fastidio vedere che Anna sta bene con Emanuele, di Andrea dice soltanto che a lui sembra costruito. Non scatta la scintilla, è una semplice prima uscita non troppo emozianante. Non sembra che Anna sia rimasta colpita da Piki.

Le prossime esterne di Anna saranno con Emanuele, Camillo e Andrea.