Dopo il sexy calendario del 2014 di Marika Fruscio, Raffaella Fico e Claudia Romani, dall'estero arriva quello super bollente dei preti ortodossi, dedicato soprattutto alle donne: "Padre, ho peccato!", avranno pensato molte donne mentre si guardavano gli scatti di uomini senza veli e/o che indossano un abbigliamento religioso per la campagna Orthodox Calendar (OC).

L'originale iniziativa mette in luce alcuni esponenti della Chiesa Ortodossa rumena. Naturalmente, la maggior parte dei partecipanti sono dei modelli che rappresentano la campagna sociale e politica in atto, ma pare che alcuni di loro sarebbero realmente dei sacerdoti.

L'iniziativa vuole promuovere una reale lotta all'omofobia e contemporaneamente intende essere uno scherzoso attacco alla Chiesa Ortodossa, coinvolta negli ultimi anni da diversi casi di corruzione, violenza su minori, omofobia e scandali sessuali vari, scoperti dopo anni di insabbiamento, esattamente come la Chiesa Cattolica.

Una ironica provocazione che utilizza questa volta il corpo maschile per acclamare una nobile causa al fine di superare i pregiudizi discriminatori e per favorire l'apertura mentale, anche perchè proprio oggi si può leggere sul web la notizia a riguardo, ovvero che il partito socialista greco ha annunciato un disegno di legge che prevede le unioni civili anche alle coppie gay (come deciso dalla Corte Europea dei diritti dell'uomo di Strasburgo) ma, anche in questo caso, la Chiesa Ortodossa sembra essere molto intenzionata a non permetterlo.

Segui la pagina Gossip
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!