Come ormai tutti sapranno il talent show Amici giunto alla tredicesima edizione, nel day time è stato spostato da Canale 5 alla rete digitale Real Time (dove va in onda dal lunedì al venerdì alle ore 13.50 e 18.10). L'esordio di lunedì scorso è stato molto deludente: appena l'1,9% di share, con un pubblico di affezionati di soli 337.000 telespettatori. La replica delle 18 ha racimolato invece 190.000 spettatori (share 1,1%).

Ieri i dati sono stati leggermente migliori: Amici 13 ha raccolto 565.596 telespettatori (share 3,1%). La replica invece è stata vista da 236.665 telespettatori (share 1,4%). Dati Auditel.

Siamo in presenza di un clamoroso flop, uno dei pochissimi nella lunga carriera di Maria De Filippi?

Se i numeri continueranno a rimanere bassi la risposta sarà sì, senza alcun dubbio.

Basti pensare che la puntata di esordio della tredicesima edizione di Amici andata in onda nel novembre scorso su Canale 5, aveva una media decuplicata rispetto alla rilevazione sul digitale terrestre: 3.347.000 telespettatori.

Come spiegare questo calo a prima vista inspiegabile?

Innanzitutto la rete: Canale 5 è molto più popolare di Real Time. Poi ci sono delle frizioni tra la conduttrice e i vertici Mediaset cominciate già l'anno scorso: infatti la dodicesima stagione di Amici è stata costellata da tagli piuttosto consistenti del budget. Niente finale all'Arena di Verona (750 mila euro risparmiati), orchestra di Beppe Vessicchio eliminata sempre per i costi molto alti, fino alla cancellazione della striscia quotidiana.

Maria De Filippi non è più strategica per Mediaset? Cominciano a sollevare dubbi i comportament dei dirigenti Mediaset che invece di favorire una professionista indiscussa come Maria De Filippi, sistematicamente sembrano remarle contro.

I migliori video del giorno

Solo un'impressione? Lo si vedrà presto. Le voci sul suo trasferimento in Rai continuano.