L'appuntamento è su Rai 3 alle 21.05 per una nuova attesissima punta di Ballarò, programma di approfondimento politico e di attualità. Il programma televisivo condotto da Giovanni Floris si aprirà con la solita copertina satirica di Crozza che tanto fa ridere ma anche infuriare.

I temi in previsione per la serata di Ballarò sono la controversa riforma della legge elettorale che tanto fa discutere impegnando Renzi e l'intero governo Letta e le temutissime tasse sulla casa.

Naturale che parte importante della trasmissione sarà dedicata all'incontro tra Matteo Renzi e Silvio Berlusconi. Incontro tenutosi sabato 18 gennaio nella sede del PD.

Se Crozza aveva iniziato il 2014 imitando il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, per stasera si prospeta un'imitazione di uno tra Renzi e Berlusconi.

Molto attesi sono i sondaggi, non solo sulle intenzioni di voto degli italiani ma anche su vari argomenti di attualità; le tavole saranno illustrate dal solito Nando Pagnoncelli, ospite della trasmissione, per l'istituto di rilevamento Ipsos.



Gli altri ospiti saranno Maria Elena Boschi, responsabile per le riforme all’interno del PD, Giorgia Meloni, leader del giovanissimo partito Fratelli D’Italia e Pier Ferdinando Casini, leader dell’UDC. Ma il vero mattatore della serata sarà sicuramente Alessandro Sallusti, direttore del “Giornale” forte del reinserimento sulla scena politica nazionale del suo capo Silvio Berlusconi.

Prevista anche la partecipazione di Gian Antonio Stella, le cui argomentazioni, veri e propri atti di accusa sugli sprechi italiani mai sono sembrati più attuali.

I migliori video del giorno

L'altra questione che occuperà uno spazio importante di Ballarò sarà quella delle tasse; mentre tutto il governo e in primis Letta sostengono che saranno in diminuzione nel 2014, il mondo del lavoro, i sindacati e molti giornali sostengono l'esatto contrario. A tal proposito c'è la questione dell' Imu e della Tasi sulla quale nessuno sembra ancora averci capito niente, sotto accusa sarà il ministro dell'Economia Saccomanni, già oggetto d molte critiche in questi mesi.

In fine un accenno sarà senz'altro fatto sulle condizioni di salute dell'ex premier Pierluigi Bersani, ricoverato da più di venti giorni per un'emorragia celebrale e sottoposto ad intervento chirurgico per contenerne gli effetti negativi. Molti sono stati i leader che sono andati a trovarlo, si pensa aggiornandolo sugli ultimi sviluppi della situazione politica ed economica del paese.