Non mancano certo i colpi di scena nelle puntate americane di Beautiful. E' infatti di qualche giorno fa, come già vi abbiamo segnalato, la notizia secondo la quale le ricerche di Bill Spencer sulla vita privata di Ridge a Parigi avrebbero dato i primi frutti. Bill viene a trovare una foto che ritrae il suo rivale in compagnia di un ragazzo ad un Gay Pride, come evidenziato dalla classica bandiera a striscie color arcobaleno.

Lo Spencer inizia quindi a sospettare che lo stilista sia diventato omosessuale e non ci mette molto ad informare Brooke. Il magnate dell'editoria non sa darsi altre spiegazioni per il rifiuto dell'uomo a tornare assieme alla Logan, una donna che è impossibile respingere.

Nel vedere la foto però Brooke non riesce a credere che la conclusione di Bill sia corretta: cosa c'è di male ad avere un amico maschio? Ma Bill insiste sempre più convinto della propria idea portando ad esempio proprio la situazione della sorella Karen che, dopo aver convissuto con Thorne, si è resa conto delle proprie tendenze sessuali e da anni mantiene una relazione stabile con Danielle. Questo convincimento porterà con tutta probabilità Bill ad organizzare un viaggio a Parigi assieme alla stessa Brooke nelle prossime settimane.

Nel guardare la foto Brooke riconosce subito la persona in compagnia di Ridge: si tratta di Fabrice, uno stilista francese amico di Ridge, che si è trasferito a lavorare alla Forrester International dopo essere stato lasciato dal fidanzato Laurant. Brooke è sicura che essendo i due molto amici, Ridge abbia voluto stargli vicino in un momento difficile.

I migliori video del giorno

Bill però continua a non credere a questa verità.

Le cose stanno quasi sicuramente proprio come Brooke immagina. E' infatti lo stesso Ridge a parlare a Katie del suo amico che, per il difficile momento che stava attraversando, Ridge ha accolto nella sua casa di Parigi. La convinvenza sembrava assolutamente amichevole tant'è che in casa abitava anche il piccolo R.J. giunto dal padre a Parigi per proseguire gli studi.

Saranno andate proprio così le cose? Voi che ne pensate?