A due settimane dalla morte della povera Provvidenza Grassi, la ragazza di Messina rinvenuta morta nella sua macchina, spunta la testimonianza di un uomo che avrebbe sentito un tonfo e poi avrebbe visto un auto allontanarsi. La trasmissione Chi l'ha visto, condotta da Federica Sciarelli e che va in onda ogni mercoledì in prima serata su Rai 3, si è molto interessata al caso della ragazza cercando anche di aiutare gli inquirenti nel dare una svolta alle indagini. Il padre di Provvidenza è stato ospite nella scorsa puntata di Chi l'ha visto ed ha fatto l'ennesimo appello per ricostruire la dinamica dei fatti ed ha rivolto un appello al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, affinché punisca i carabinieri che hanno deriso lui e sua figlia e che non hanno preso con serietà l'intera vicenda della scomparsa della giovane donna.

Chi l'ha visto news: il racconto del testimone sul caso di Provvidenza Grassi

Un uomo, Giovanni Scivolone che abita a pochi metri dal cavalcavia dal quale sarebbe caduta Provvidenza, racconta che la notte in cui è scomparsa la giovane, esattamente il 10 luglio, lui era affacciato alla finestra della sua casa a fumare una sigaretta, era notte ed erano all'incirca le 2.20 del mattino. L'uomo racconta di aver sentito un tonfo molto forte dopodiché ha visto delle foglie muoversi dagli alberi e nonostante si fosse sporto dal balcone, racconta di non essere riuscito a vedere nulla a causa del gran buio.

L'uomo prosegue dicendo di aver in seguito visto una Peugeot bianca percorrere la bretella d'uscita della tangenziale a velocità piuttosto ridotta, cosa strana per lui, dato che quel tratto è percorso dai veicoli molto velocemente.

L'uomo pensa che quell'auto che lui ha scorto avrebbe potuto vedere quella di Provvidenza mentre precipitava dal cavalcavia. Giovanni Scivolone inoltre racconta che se avesse saputo, sarebbe uscito di casa a controllare dato che da casa sua l'uscita della galleria è poco visibile.

Chi l'ha visto news sul caso di Provvidenza Grassi: domenica 9 febbraio i rilievi sull'autostrada

Oggi dalle ore 7 alle ore 14 verrà chiuso il tratto di tangenziale che va da Messina Centro a Messina Gazzi per fare dei rilievi peritali disposti dalla Procura di Messina per il caso della morte di Provvidenza Grassi che secondo quanto rivelato dagli inquirenti in una prima analisi, sarebbe morta precipitando dal viadotto proprio in quel punto. Nel frattempo sono già cominciati i rilievi sull'auto della ragazza che avrebbero evidenziato dei segni sulla parte di dietro e laterale che farebbero pensare sia ad un tamponamento che ad uno schiacciamento dovuto all'incidente. Alla luce di quanto dichiarato da Giovanni Scivolone, di sicuro nella trasmissione Chi l'ha visto nella puntata di mercoledì si tornerà a parlare del caso di Provvidenza Grassi.
Segui la pagina Serie TV
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!