Il bell'attore siciliano Lorenzo Crespi sta attraversando davvero un brutto periodo. L'artista, il cui vero nome è Vincenzo Leopizzi, ha lanciato un allarme nel web attraverso l'uso del social network Twitter. Crespi ha condiviso particolari sulle sue attuali condizioni di salute con i suoi follower, comunicando tutta la preoccupazione per la situazione. Ecco il suo ultimo tweet: "Ennesima infezione polmonare, non sto mangiando né dormendo da oramai 3 giorni, e qui non c'è nessuno che mi aiuti".


Obiettivamente, il bollettino medico non è molto positivo: la più recente Tac al torace, a cui si è sottoposto e che Crespi ha pubblicato online, ha dato questo esito: ''analisi eseguita tramite strumento multi-detettore e senza somministrazione di mdc. Si attesta la presenza di numerose bolle di enfisema para-settale soprattutto a livello di ambedue gli apici polmonari con dimensioni massime equivalenti a due centimetri. Fenomeni minimi disventilatori nel segmento anteriore del lobo superiore a sx; bi-lateralmente non si notano addensamenti parenchimali 'a focolaio'; risulta una millimesima nodularità sub-pleurica all'interno del tratto lingulare inferiore a esito fibrotico. Avvertito materiale ipodenso di modeste dimensioni, di tipologia presumibilmente mucosa sul bronco lobare superiore a dx. Presenza di piccolissime e aspecifiche linfo-adenomegalie all'interno del mediastino anteriore di dimensione un centimetro (massimo diametro). Versamento pleurico assente''.


L'attore siciliano se l'è presa pesantemente con la situazione sanitaria della sua città, Messina. Ecco alcuni stralci dei suoi messaggi presenti sui social network: "Da tre giorni non si vede un medico nonostante abbia 39 e mezzo di febbre. Non esistono nemmeno le autorità sanitarie a Messina, forse appariranno dopo la denuncia in procura della Repubblica, fate schifo! Certa gente andrebbe arrestata''. A qualche fan che lo invita ad andare all'ospedale, Lorenzo replica: ''Il pronto soccorso di Messina? Non sai cosa ti aspetti...Meglio morire lentamente a casa mia piuttosto che andare da queste bestie. Ci sono città in cui la gente non può vivere, qui si può solo morire''.


L'attore è rammaricato soprattutto dalla ormai scarsa possibilità di poter tornare a recitare in un film o in una fiction. Lorenzo ha peraltro dichiarato che professionalmente qualcosa si stava muovendo prima del fattaccio. Ecco il suo desiderio artistico in questo momento: ''Mi piacerebbe riuscire a fare un altro film, al massimo due, dopo mi ritirerei''.
Segui la pagina Serie TV
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!