Il Festival di Sanremo ha aperto la prima serata di ieri sera 18 febbraio 2014 con un vero choc per i conduttori e per i tanti telespettatori che guardavano impotenti le gesta scellerate di due operai che minacciavano di buttarsi dalla balaustra più alta. Il conduttore ha dimostrato molta professionalità cercando di farli calmare e convincere a scendere da quel potenziale pericolo mortale. Anche il Festival della canzone italiana ha visto in scena la crisi economica facendo la parte della prima donna. I due operai del Consorzio di bacino di Napoli e Caserta minacciavano il suicidio perché non venivano pagati dall'azienda e non sapevano come tirare avanti la famiglia.

I due molto agitati hanno consegnato una lettera di protesta a Fazio che si è impegnato a leggerla e così ha fatto dopo l'esibizione del cantautore Ligabue che ha reso omaggio al grande Fabrizio de Andrè in occasione del suo 74 compleanno, intonando 'Creuza de ma'.

Intanto lo show è andato avanti con il siparietto simpatico offerto da Fabio Fazio e la modella Letitia Casta che ha dimostrato di aver finalmente imparato l'italiano. I due hanno offerto al pubblico di avere doti canore e di ballerina, lui dedicandole una canzone d'amore in francese e lei esibendosi in un balletto sulle note 'Ma'ndo vai se la banana non ce l'hai' che hanno divertito il pubblico dell' Ariston ed in eurovisione.

Intanto l'incursione di Grillo sul palco è stata scongiurata esternando solo al bar e fuori del teatro che ospita la manifestazione canora.

Fino a quando una stella ha illuminato il palco dell'Ariston riportando tutti indietro nel tempo. La sempre bella e sexy Raffaella Carrà ha mostrato il meglio di se stessa esibendosi in canzoni e balletti con una tale energia e vitalità da fare meravigliare i più giovani. La mitica Raffa ha colpito ancora nel segno dopo una lunga assenza dalle scene.

I suoi capelli biondi platino sembravano stelle che illuminavano il cielo del'Ariston riscuotendo applausi a scena aperta durante le sue esibizioni canore dove ha cantato i suoi maggiori successi come 'Rumore' e 'Fatalità' copiata da Luciana che aveva indossato per quel'occasione il vestito con cui cantava 'Rumore' agitando la testa come sa fare solo lei.

Inoltre insieme ai conduttori hanno ripercorso le tappe del suo successo facendo finta di non ricordare i suoi esordi televisivi accaduti troppi anni fa ma facendo ricordare ad un Fazio emozionato i suoi esordi proprio grazie a lei, salutando la Rai con 'Ad majora'.

Una volta uscita di scena è stata la volta del mitico cantautore che si è convertito all'Islam cambiando nome Yusuf Cat Stevens che è riuscito a far piangere il presentatore inquadrato con gli occhi lucidi durante l'esibizione di 'Father and son' facendo alzare in piedi la platea. Poi il cantante intervistato da Fazio sulla religione in quanto è convertito all'islam, si è espresso con uno slogan che andava di moda negli anni '60: Peace and Love, in quanto la religione deve unire tutto il mondo.

Infine ha entusiasmato il pubblico seduto in platea con un medley di 'Maybe there's world' e 'All you need is love'

Segui la pagina Festival Sanremo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!