Pubblicità
Pubblicità

Il curioso caso di Benjamin Button è un film del 2008, con la regia di David Fincher ed interpretato - il protagonista principale - da Brad Pitt.

Il film narra una storia di un "uomo-bambino", Benjamin Button, nato proprio alla fine della prima guerra mondiale. La particolarità della sua nascita, non tanto per la concomitanza con la fine della guerra, è data dal suo stato di salute: il bambino infatti nasce in un corpo da vecchio novantenne con le stesse problematiche di salute di una persona di quell'età: è affetto da sordità, non vede bene ed è pieno di artrosi muscolari.

Pubblicità

La nascita porta scompiglio, oltre a non essere accettato dalla famiglia d'origine che preferisce abbandonarlo proprio perché certa che di li a poco sarebbe morto.

In realtà accade che giorno dopo giorno Benjamin Button ringiovanisce. È come se la vita trascorresse al contrario, ed anzichè invecchiare, acquista forza e vigore.

Mentre lui "ringiovanisce", una fanciulla che conosce i primi anni di vita, cresce e diventa una donna. I due, che si erano persi proprio quando Benjamin aveva pochi anni di vita ed era visibilmente vecchio e lei una bambina, si incontrano nuovamente molti anni dopo.

Sarà il suo unico amore: Daisy, una donna bella, intraprendente e molto emancipata,che non si fa influenzare da questa "stranezza": lui diventerà sempre più giovane, fisicamente e mentalmente e lei sempre più anziana.

La storia è narrata a ritroso nel tempo, attraverso la memorie di un diario che viene letto dalla figlia di Daisy (e Benjamin), ormai in punto di morte.