Grandi novità in arrivo nei programmi della fascia preserale di Rai e Mediaset. Per una volta non cambieranno i programmi da mandare in onda, ma i conduttori di due format di successo che vengono trasmessi nel tardo pomeriggio e accompagnano i telespettatori fino al telegiornale. "L'Eredità" a Raiuno e "Avanti un Altro" a Canale 5, vedranno rispettivamente Fabrizio Frizzi subentrare a Carlo Conti e Gerry Scotti sostituire Paolo Bonolis.

Dopo otto anni alla conduzione di "L'Eredità", Carlo Conti lascerà il posto, a partire dal 14 aprile, a Fabrizio Frizzi. Nonostante abbia sempre ammesso di essere molto legato al quiz preserale, il conduttore toscano ha deciso di abbandonare il programma per dedicarsi maggiormente alla famiglia, in particolare al piccolo Matteo che ha pochi mesi e che ha bisogno delle attenzioni costanti del papà. Nel frattempo, Conti lavorerà alla preparazione di altri format. Il 2 maggio - con anteprima il 25 aprile - il 53enne presentatore fiorentino partirà con un nuovo programma "Si può fare!". A settembre, invece, tornerà con "Tale e Quale show". Nel frattempo, non è da escludere che Carlo Conti possa approdare sul palco dell'Ariston per Sanremo 2015. Negli anni scorsi, il conduttore toscano aveva sempre declinato qualsiasi sorta di candidatura perché troppo impegnato nella gestione di una trasmissione quotidiana come "L'Eredità". Adesso che sarà libero da quest'impegno, chissà cosa potrebbe accadere.

A Canale 5, il passaggio di testimone tra Paolo Bonolis e Gerry Scotti è già avvenuto domenica 30 marzo. C'è molta curiosità nel vedere Scotti alla guida di "Avanti un Altro", format ideato da Bonolis e, apparentemente, molto lontano dallo stile del 57enne conduttore di Mirandolo Terme. Non è da escludere, che nel corso del tempo, il "Minimondo" creato da Bonolis venga riveduto e corretto per meglio adattarlo alle caratteristiche di Gerry Scotti.

In estate, per quel che concerne la fascia preserale, Mediaset è ancora incerta, dopo il fallimento della trattativa per l'acquisto del format "Reazione a Catena". Quest'ultimo resterà in mano alla Rai che lo manderà in onda sulla sua rete ammiraglia in estate, anche se non dovrebbe essere confermato Pino Insegno alla conduzione.