Sulle note di "Tanti auguri" cantata da Raffaella Carrà, da domenica 16 per marzo per cinque settimane partirà su Canale 5 il nuovo progetto firmato da Antonio Ricci, Giass, acronimo di "Great italian association" che tradotto significa "Grandiosa associazione italiana".

Il padre di Striscia la notizia ha dichiarato: "Mi ero stufato del politicamente corretto che imperversa in ogni settore, dalla politica all'ecologia. Trovo che tutto questo buonismo sia una pesante mancanza di libertà e imprigioni le menti. Mi sono chiesto cosa potessi fare io per abbattere questo muro, così ho pensato ad una trasmissione in cui a giudicare il comportamento degli italiani fossero gli extracomunitari".

Per condurre e non solo ha chiamato Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu che hanno detto: "E' molto bello lavorare per la prima volta con Antonio, perché nonostante abbia fatto la storia della Televisione, ti ascolta, poi fa come vuole ma è comunque curioso, ha una testa libera".

Il programma consiste in una sorta di campionato tra Nord, Centro e Sud. "Siamo partiti dall'idea che l'Italia stia uscendo dalla crisi e per non trovarci impreparati vogliamo capire dove è meglio investire, ma per farlo dobbiamo conoscere bene le eccellenze di queste tre aree e il loro capitale umano" ha svelato Ricci. In pratica si tratta di un torneo tra tre macroregioni organizzato in questo modo. Il fulcro di ogni puntata sarà una gara, suddivisa in quattro manche: due saranno basate su filmati provocatori, delle candid camera realizzate nelle tre aree per vedere come reagiscono i loro abitanti, ci saranno anche gare legate alla cucina.

Le altre due manche vedranno scontrarsi i migliori concorrenti e a decretare il vincitore sarà una giuria guidata da Andy Luotto. Alla fine di ogni puntata, partirà il televoto da casa, i cui risultati saranno comunicati nei giorni seguenti durante Striscia la notizia. Ci sarà così un vincitore provvisorio, mentre quello assoluto sarà televotato durante l'ultima puntata, la quinta, che andrà in onda in diretta.

All'interno di Giass ci saranno poi quelle che Ricci definisce "le voci dal territorio": monologhi affidati a comici di esperienza, come Nino Formicola (Gaspare del duo Gaspare e Zuzzurro) e a giovani talenti ancora sconosciuti reclutati in giro per l'Italia da Luca e Paolo che, nei panni dei già conosciuti Cugini Merda, andranno anche da personaggi italiani molto popolari in tutto il paese.

Inoltre ci saranno alcune presenze fisse come Virginia Raffaelle che, dopo il successo alla conduzione di Striscia, avrà uno spazio tutto suo dedicato alle imitazioni di nuovi personaggi. L'attore e scrittore palermitano Pino Caruso sarà una sorta di Presidente seduto sopra un trono che, dall'alto dei suoi quasi 80 anni e della grande conoscenza dell'Italia, parlerà del nostro paese con diversi interventi nel corso di ogni puntata.

Segui la pagina Serie TV
Segui
Segui la pagina Anticipazioni Tv
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!