Cosa si farebbe pur di sedere al tavolo di Putin a San Pietroburgo! Lo deve saper bene Ornella Muti che, pur di andare a cena da lui, si è finta malata e per questo dovrà sostenere un processo per truffa. Questa volta a far parlare il web non sono gli spogliarelli della figlia Naike Rivelli, ma l'attrice con gli occhi di gatto che ha fatto girare la testa alla maggior parte degli uomini.

I fatti risalgono a dicembre 2011, quando Ornella Muti doveva far parte del programma teatrale l'Ebreo di Gianni Clementi. Prima di andare in scena mandò un certificato medico con una diagnosi che lascia pochi dubbi sulla sua possibilità di recupero.

Infatti il medico nel referto dichiarò che l'attrice accusava una laringotracheite acuta, febbre, tosse e raucedine. Di qui il riposo assoluto della voce per almeno 5 giorni e l'impossibilità di solcare le scene.

Purtroppo la malata immaginaria aveva in mente un ricevimento di gala con tanto di abito di sera rosso che metteva in risalto il suo corpo a San Pietroburgo essendo stata invitata da Vladimir Putin, ma se il diavolo impara a fare le pentole non, purtroppo per lei, i coperchi, perché due giorni dopo furono pubblicate delle foto che la ritraevano radiosa alla cena in onore dei bambini ipovedenti ed ammalati di cancro dell'aspirante Premio Nobel per la Pace. Anche se si è trattato di un evento a scopo benefico la direttrice del teatro Verdi non l'ha presa molto bene tanto da trascinarla in un aula di tribunale dove dovrà rispondere di truffa.

L'attrice, che deve il suo aspetto molto giovane sopratutto alle mani del suo compagno un chirurgo plastico molto noto, sarà processata il 15 aprile prossimo per aver convinto il medico a certificare il falso e di aver raggirato la direttrice del teatro di Pordenone che dovette rinviare lo spettacolo senza richiederle la penale prevista dal contratto.

Per sapere se Francesca Romana Rivelli fosse davvero afona non ci resta che interpellare Kevin Costner fra gli invitati a cena da Putin!

Segui la pagina Gossip
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!