In vista della partenza per il Mondiale brasiliano, Riccardo Montolivo la sua gioia personale l'ha già ottenuta, sposando Cristina De Pin dopo cinque anni di fidanzamento. Le nozze sono state celebrate a Taino, piccolo comune in provincia di Varese. Un Matrimonio diviso tra la classica chiesa e abito nuziale bianco della sposa, e la tecnologia con foto postate su Instagram prima e durante le nozze.

Fin dalla notte prima del fatidico "sì", la De Pin aveva condiviso la sua emozione con i fans dei social network, mentre il giorno dopo si è immortalata mentre, tra una faccia buffa e l'altra, cominciava a prepararsi per raggiungere il futuro marito. Le nozze sono state più che blindate: fin dal primo pomeriggio, in attesa della sposa, numerose persone si sono assiepate nei dintorni per intravedere qualche invitato importante, ma le strette maglie della sicurezza e le auto con vetri oscurati hanno impedito di riconoscere gli ospiti.

Qualche bambino ha cercato di intrufolarsi fingendo di essere un chierichetto e qualcun altro ha provato a proporre uno scambio tra il suo cellulare e un pass della sicurezza, ma niente da fare. Cristina De Pin, come da tradizione, è arrivata in ritardo, quando su Taino era già scoppiato un temporale che aveva un po' allontanato la folla incuriosita. Il sole è tornato a splendere al termine della cerimonia: per gli amanti della tradizione popolare "sposa bagnata, sposa fortunata", questo matrimonio non poteva cominciare meglio.

In serata, grande festa sul Lago Maggiore e taglio della torta con i due neo - sposi che, visibilmente emozionati, si sono lasciati fotografare durante un bacio appassionato. Tra gli ospiti, molti calciatori del Milan, l'amministratore delegato rossonero Adriano Galliani, l'allenatore Clarence Seedorf, mentre Max Allegri ha preferito declinare l'invito per evitare eventuali imbarazzi con i suoi ex dirigenti. Tra i Vip da segnalare una splendida Simona Ventura e il giornalista Alfonso Signorini. Insomma, una gran bella gioia e una splendida festa per Riccardo Montolivo, e molti italiani sperano che questo possa essere soltanto l'antipasto di una festa "Mondiale" a luglio.