Proseguono senza sosta le grandi novità garantite da Il Segreto: l'8 luglio 2014, durante l'episodio della popolare soap, della quale vi diamo anticipazioni, farà discutere la nuova situazione che si è venuta a determinare a El Jaral, con Pepa-Gregoria e Tristan sotto lo stesso tetto dopo il drammatico incidente che ha determinato l'inagibilità dell'abitazione della dottoressa Casas.

Il pettegolezzo regna sovrano in Paese

L'ambiente di Puente Vjejo ormai lo conosciamo.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie TV

I pettegolezzi non sono certo occasionali. Senza raggiungere gli eccessi di un personaggio-icona, una vera e propria regina del pettegolezzo come Salud (la ricordate?), basta pensare alla moglie del sindaco Pedro Miranar e cioè Dolores e alle molte chiacchiere consumate nel suo negozio per toccare con mano la situazione.

Come potete vedere non c'è mai niente di nuovo sotto il sole, come insegnavano i latini: a ben guardare anche nella provincia italiana di oggi le cose non stanno in un modo troppo diverso.

I compaesani di Pepa si domandano come faccia la levatrice a vivere completamente la sua storia d'amore con Tristan in queste condizioni e cioè con l'ingombrante presenza di Gregoria, oggettivamente ingestibile anche perché eterodiretta (da Donna Francisca).



La puntata termina con Raimundo che scopre casualmente un cadavere in un fiume. Chi sarà mai? Il Segreto si tinge così di giallo, anzi di noir.

Anticipazioni specifiche sulla puntata del 9 luglio 2014

A sorpresa si scoprirà che il cadavere di donna misterioso altri non è che Isabel. Cosa può essere accaduto? Si è suicidata o è stata uccisa?



Il personaggio del falso farmacista Manuel è tra i più interessanti in questa fase.

I migliori video del giorno

Ha ingaggiato un killer che però non ha saputo portare a conclusione la sua missione. Come certo ricorderete Custodio non è riuscito a eliminare Juan Castaneda. L'ira di Manuel non tarderà a manifestarsi in tutta la sua violenza.

Il vero cattivo de Il Segreto alla fine risulta essere proprio lui: il finto farmacista.



L'incontro con l'usuraio e bandito Pardo ha finito per corrompere in modo irrimediabile il giovane Juan, entrato in un gioco più grande di lui che lo ha stritolato. Dopo tante peripezie Juan teme di non potersi più salvare, dato che c'è chi lo vuole morto.

Si sfoga con la ex moglie Soledad, ragazza sfortunata come poche altre e metafora del destino della donna in generale ("partorirai con dolore"), rassegnata a sopportare il dolore che in lei è aumentato dalla consapevolezza di non poter diventare madre, da una comprensibile frustrazione che ne fa un'eroina tragica degna di trame care ai greci antichi nelle loro immortali tragedie.