La grande famiglia di 'Un Medico in Famiglia', in questi giorni piange la morte della mamma di uno degli interpreti principali. Giulio Scarpati alias Lele Martini ha annunciato addolorato la scomparsa dell'adorata mamma. L'attore che quest'anno aveva preferito lasciare il set del villino di Poggio Fiorito per dedicarsi al teatro, una passione mai tramontata, ha raccontato al Corriere.it una buona fetta della sua vita privata dedicata quasi interamente all'assistenza della persona più importante della sua vita che ha abbandonato la vita terrena il 17 maggio scorso.

Mentre i fans si chiedevano come sarebbero andate a finire le storie tra i loro beniamini, il capofamiglia della storica famiglia Martini piangeva la morte della mamma ammalata da tempo di Alzheimer, una malattia invalidante vissuta con dignità fino alla fine sopraggiunta quando al suo capezzale c'erano i tre figli, 'il modo migliore per andarsene', queste le sue parole testuali.

Durante l'intervista ha inoltre dichiarato che la madre non era molto orgogliosa del successo in casa Martini, 'contenta sì, ma nulla più', spronandolo a non lasciare il teatro preferendolo nelle vesti de 'Il giudice ragazzino', un racconto commovente di Rosario Livatino, interpretazione che li valse il David di Donatello come migliore attore. Poi per renderle omaggio ha voluto scrivere un libro 'Ti ricordi la casa rossa? - Lettera a mia madre', un modo per far conoscere il mostro della malattia provando a metabolizzare il suo dolore. Un libro scritto lo scorso anno e stampato all'inizio del gennaio 2014 dove ricorda i migliori momenti passati con lei, scritto con parole leggere dove oltre alla disperazione c'è spazio alla dolcezza e alla speranza. Infine a chi gli chiede di fare da testimonial ad un'associazione di malati di Alzheimer si augura di trovarne 'una davvero seria, ammettendo di soffrire molto anche se con la morte ha smesso di patire'.

I migliori video del giorno