Guai in arrivo per Shannon Leto, il batterista dei Thirty Second To Mars e fratello maggiore del premio Oscar (migliore attore non protagonista per il film Dallas Buyers Club) Jared Leto.

Martedì 17 giugno Shannon è stato arrestato ad Hollywood: mentre viaggiava in una delle strade principali della località californiana, compiendo manovre insolite o fermandosi improvvisamente con la sua auto al centro della carreggiata. Il musicista è stato fermato dalla polizia. Dopo varie analisi e domande, le forze dell'ordine hanno accusato Shannon Leto sia per guida sotto l'effetto di stupefacenti sia per possesso di una patente non regolare.

Queste accuse lo hanno costretto a passare la notte in carcere; saputa la notizia, il fratello Jared è subito intervenuto per pagare la cauzione fissata a 7500 dollari (5000 per guida in stato di ebrezza e 2500 per mancanza di patente al momento dell'arresto), cifre che la famiglia Leto può permettersi di pagare, dopo aver venduto, per circa 20 anni, milioni di copie in tutto il mondo.

Al momento dell'arresto però tutti i fan pensavano che il tour europeo della band potesse essere rinviato, soprattutto i fan club italiani che si stavano preparando ad assistere ai due concerti in Italia, il 19 giugno al Palaolimpico di Torino ed il 20 giugno a Roma. La band ha subito tranquillizzato tutti, rilasciando un comunicato ufficiale in cui si afferma che il tour procederà tranquillamente in Europa fino a fine luglio, per poi continuare con nuove date in Sudafrica, in Sudamerica e negli Stati Uniti. #Gossip