Icardi e la neo moglie Wanda Nara nei guai in Argentina per la nota pubblicità della Pepsi Cola andata in onda qualche settimana fa e della quale la nostra redazione aveva dato notizia, pubblicandone anche il link.

Dopo le tante notizie di #Gossip che hanno riguardato la coppia e ad una settimana dalla grandiosa festa per il loro matrimonio in programma il prossimo 7 giugno, questa volta i due sono stati denunciati per apologia di reato e lo spot pubblicitario è stato immediatamente bloccato.

Maxi Lopez stavolta non si è intromesso nella storia tra Icardi e la sua ex moglie Wanda Nara, ma sono stati due cittadini argentini che si sono presentati al tribunale di La Plata per denunciare penalmente i due neosposi per apologia di reato con istigazione al furto.

Nello spot pubblicitario, l'attaccante dell'Inter era impegnato a rubare cinque tappi di bottiglia della famosa bibita concorrente della Coca Cola che permettono di ricevere in omaggio una bottiglia di Pepsi gigantesca, da ben due litri e un quarto. Evidentemente, la scaltrezza di Mauro Icardi nel rubare i tappi nelle situazioni più normali, senza che le vittime di turno si potessero accorgere del furto e l'attesa di Wanda Nara a fare da palo su una sportiva auto blu, hanno preoccupato, e non poco, i due cittadini argentini, probabilmente tormentati del fatto che il numeroso pubblico delle pubblicità potesse imitarne il reato. Per di più lo spot è andato in onda anche nelle fasce protette e ciò ha ulteriormente angosciato i due denuncianti.

Ad essere cinici, la nostra redazione aveva sottolineato come alcune situazioni dello spot, della durata di 42 secondi, potesse urtare la sensibilità di Maxi Lopez che poteva legittimamente sentirsi chiamato in causa ed anche in maniera del tutto gratuita.

I migliori video del giorno

Ma non ci saremmo mai aspettati che rubare dei tappi potesse istigare a commettere reati simili. Naturalmente la denuncia ci sembra alquanto esagerata e ci affidiamo al buon senso dei tanti genitori che guardano la #Televisione e dalla cui educazione ai propri figli dipende anche il fatto che questi possano o meno commettere dei reati.