Il cantante Gianluca Grignani, arrestato qualche giorno fa mentre si trovava a Rimini in compagnia della moglie e dei 4 figli di età compresa fra gli 8 e i due anni, si è scusato su Facebook per aver dato di matto e dalle accuse di violenza e resistenza a pubblico ufficiale.


Il noto cantautore, si trovava in stato confusionale e avrebbe resistito ai carabinieri che volevano fermarlo mentre dava in escandescenze, scappando e rifugiandosi nell'Hotel dove soggiornava da circa un mese con la famiglia. Al momento dell'arresto avrebbe colpito un agente con calci e pugni e scaraventato giù dalle scale dell'albergo.


Sarebbe pure risultato positivo al test dell'alcool e della droga e ciò motiverebbe il suo comportamento
Adesso, in attesa del processo che avverrà a Rimini per direttissima, si trova agli arresti domiciliari e dal suo profilo facebook ha scritto che non si sente in grado di giustificarsi perché il suo non è un carattere facile e leggere tanti commenti di una cattiveria gratuita lo lascia indifferente in quanto le accetta. Dichiara di non sentirsi in dovere di essere d'esempio a nessuno e di essersi ormai abituato alle critiche ed ai giudizi negativi.


La motivazione del comportamento violento lo imputa ad un attacco di panico, insieme al fatto che aveva parecchio bevuto,che gli avrebbe fatto perdere il controllo delle proprie azioni. Afferma che non era adirato contro nessuno né che avrebbe alzato le mani per colpire la moglie, come qualcuno aveva supposto, o chi gli si avvicinasse. La moglie, infatti, avendolo visto in quello stato, si sarebbe allontanata con i figli lasciandolo alle cure di un amico, quindi non sarebbe stata lei a chiamare le forze dell'ordine.
I carabinieri sono stati chiamati, secondo quanto dice il cantautore, perché aveva bisogno di aiuto e non per il fatto che rappresentasse un pericolo per qualcuno.


Si difende quindi dall'accusa di aver aggredito il rappresentante dell'ordine, in quanto, pur si trovandosi in stato confusionale,ricorda benissimo che al massimo potrebbe aver dato qualche spinta al momento di essere caricato in macchina per essere arrestato. Grignani, dopo aver chiesto scusa pubblicamente all'Arma dei carabinieri, conclude dichiarando di assumersi le proprie responsabilità, affrontando tutto e pagandone le giuste conseguenze, dato che purtroppo il suo carattere difficile esce a volte fuori e molte volte in modo esagerato.