Continuano a fioccare le polemiche intorno ai comportamenti decisamente provocatori dell'attaccante del Milan, Mario Balotelli. Dopo l'esplosione del caso relativo alla Nazionale, ai Mondiali e al suo rapporto non proprio idilliaco con compagni di squadra e l'allenatore Cesare Prandelli, ecco come la pubblicazione del suo ultimo scatto social sarà destinata ad incendiare nuove discussioni intorno all'estroversa personalità del giocatore.



Gossip, Mario Balotelli punta il fucile a chi lo odia

L'ultima 'trovata di SuperMario risale alla scorsa notte quando l'attaccante del Milan ha pensato bene di pubblicare su Instagram una sua foto che lo ritrae mentre sta puntando un fucile, con un commento in inglese: “Big kiss to all the heaters”.

Traduzione: 'Un grande bacio a tutti coloro che mi odiano'. 

La foto provocatoria, però, è sparita qualche minuto dopo, lasciando il posto ad un nuovo messaggio che recita: 'La struttura alare del calabrone, in relazione al suo peso, non è adatta al volo, ma lui non lo sa e vola lo stesso'.



Non è certamente un bel periodo per Mario Balotelli, tra i principali imputati per il fallimento della spedizione in Brasile della Nazionale italiana: la foto, attraverso la quale, l'attaccante del Milan intende metaforicamente sparare ed 'uccidere' tutti coloro che lo hanno bersagliato di critiche, non lo aiuterà certo a ritrovare un buon feeling, nè con i tifosi della squadra azzurra, nè, temiamo, con i fans rossoneri, molti dei quali ne hanno abbastanza delle 'birichinate' di uno dei calciatori più difficili da gestire per via del suo carattere molto particolare.

I migliori video del giorno



Si è parlato persino di nuovo addio all'Italia (dopo il periodo vissuto a Manchester, nelle file dei 'Citizens') e di un suo possibile ritorno in Inghilterra nelle file dell'Arsenal: come dichiarato alcuni giorni fa polemicamente dal presidente Silvio Berlusconi, pare che il club londinese ci abbia ripensato e abbia fatto dietrofront, proprio in ragione del pessimo rendimento di Mario Balotelli al Mondiale.