Riparte dopo un significativo salto temporale Il Segreto (di eguito alcune anticipazioni) con il personaggio di Gonzalo che pone una serie di interrogativi circa la levatrice: nel corso della puntata del 23 agosto 2014 noteremo grandi cambiamenti che rappresentano l'ennesimo colpo di genio dell'autrice che ha firmato il format di questa fortunatissima trasmissione. La collocazione storica della storia è da porsi circa 15 anni dopo. Quando Gonzalo, che come si capirà da subito è destinato a diventare alla lunga un personaggio di primo piano, pone alcune domande scomode ad Emilia Ulloa, amica del cuore di Pepa, si accorge che la donna è reticente, tace qualcosa che potrebbe essere importante.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie TV

Cosa vuole nascondergli su sua madre? La tragica morte di Pepa (dopo il parto) è una ferita ancora aperta.



L'interesse di Gonzalo sarà comunque deviato in quanto un colpo di scena sotto forma di un incidente attirerà l'attenzione dei più non dando lui il tempo di approfondire il discorso.

Aurora Guerra non ci risparmia come sempre grandi colpi di scena ed è questa una delle sue migliori qualità. Notando la freddezza della perfida Donna Francisca Montenegro davanti alla tragica scomparsa di un lavoratore in fabbrica resteremo stupefatti nel riconoscere nella fiera ribellione del giovane Gonzalo il medesimo carattere un po' ribelle e perennemente alla ricerca della verità che caratterizzava la famosa levatrice di Ponte Vecchio. Buon sangue non mente. Nel corso di questo importante episodio andremo a conoscere un nuovo personaggio che non mancherà di fornirci spunti di discussione vale a dire Candela, titolare di un negozio di dolciumi particolarmente benvoluta per il suo carattere molto mite. Candela ci stupirà più avanti, conquistando il favore di un importantissimo personaggio.

I migliori video del giorno



Dov'è finito il corpo di Pepa?

Resteremo tutti senza parole davanti a una novità davvero inattesa e cioè il fatto che il corpo della mai abbastanza rimpianta levatrice non si trova, come dovrebbe, nella bara. Gonzalo ritrova così entusiasmo e comincia ad accarezzare l'idea che in fondo sua madre potrebbe anche essere in qualche modo miracolosamente sopravvissuta. Problemi in vista per il sinistro Olmo Mesia/Iago Garcia il quale incontra crescenti problemi a domare il carattere forte e ribelle del figlio Fernando. Tra i due c'è più odio che amore e non è certo un problema di poco conto. Ad andar male è anche la lunga relazione Alfonso-Emilia: la banalità del quotidiano minaccia di rovinare tutto. La puntata del giorno 23 agosto 2014 prevede un colpo di teatro finale: a diventare primo cittadino del Paese è l'operaio Mauricio Godoy che è ottimamente impersonato da Mario Zorrilla e doppiato da Pierluigi Astore. Mauricio vedrà così premiati tutti i suoi sforzi e una vita interamente dedicata al duro lavoro.