Il lupo perde il pelo ma non il vizio. Barbara D'Urso c'è ricascata con tutte le scarpe suscitando sdegno tra i fans. La conduttrice non nuova a cose del genere, ha pubblicato una foto a dir poco provocante dove compare in lingerie e tacchi a spillo mentre pela le patate con le gambe aperte. Foto che ha suscitato un vero putiferio sui maggiori social network da parte di chi lavora pesantemente per portare a casa la pagnotta. Uno degli attacchi più duri proviene da una ragazzina di appena 13 anni che l'ha letteralmente massacrata. L'invettiva ha fatto registrare in pochissimo tempo altissime adesioni con 2446 'mi piace' e 120 'repliche'. Che questa volta la brava ed educata Barbarella abbia esagerato? Voi come la pensate?

Ma torniamo al messaggio della ragazzina che si vergogna per la presentatrice, un'oltraggio per la gente che si spacca le ossa per portare qualcosa nel piatto, come i suoi genitori che ammira moltissimo.

Rivolgendosi direttamente alla signora di Cologno Monzese che è presente come non mai su Twitter, Instagram, facebook con parole durissime. Sara, questo il nome dell'adolescente tredicenne che si è sentita offesa dall'immagine sexy della presentatrice al limite della decenza. Secondo Sara, la Signora si dovrebbe vergognare di sbucciare le patate con le gambe aperte mentre dovrebbe vedere come vivono i suoi, spezzandosi la schiena per mettere la cena nel piatto.

Sara Andreozzi mostrandosi molto più matura della sua verde età non vederebbe di buon occhio la pubblicazione di queste foto della casalinga disperata Carmelita che si diverte a prendere in giro la categoria, considerandole 'il degrado' e consigliandole alla fine del sermone di pentirsi e di portare rispetto. Se da un lato Barbara D'Urso è riuscita nell'intento di farsi seguire da un numero di followers in costante crescita sono arrivate inevitabilmente le repliche talvolta pesantissime fino ad un autentico massacro di una 13 enne che ha sparato a zero.

I migliori video del giorno

Veloce è arrivata una foto dell'interessata con un messaggio in codice: 'Non possiamo mai giudicare la vita degli altri, perché ogni persona conosce solo i suoi dolori e le sue rinunce'. Che anche questa volta Carmelita si sia salvata la faccia e la dignità? Voi come la pensate?