Nella quarta puntata del poliziesco Squadra Antimafia 6 abbiamo visto Rosy Abate rapita da De Silva e portata di peso nel posto dove Leo è stato ucciso allo scopo di tentare di farle riacquistare la memoria dopo il suo stordimento conseguente alla morte di Leonardino prima e alla sistemazione in ospedale poi. Ai telespettatori Rosy è mancata eccome, col suo carattere forte, con la sua straziante disperazione, col suo modo estremo di attaccarsi a ogni cosa sia per lei vitale, a costo di uccidere, a costo di mettere in discussione qualsiasi alleanza, a partire da quella - non certo facile - con Domenico Calcaterra, poliziotto che in realtà è ambiguo e pieno di contraddizioni almeno quanto lei.

Il bandito Filippo De Silva (impersonato dal bravo Paolo Pierobon) ha bisogno di Rosy perché deve risalire a ciò che sa di Crisalide, della sua genesi e delle sue dinamiche più nascoste. Il piano di De Silva, mente più diabolica che raffinata, darà effettivamente buon esito.

Anticipazioni Squadra Antimafia 6

Nella quinta puntata di Squadra Antimafia 6, quella cioè di lunedì 6 ottobre 2014, l'ex Regina di Palermo dovrà farsi una ragione della definitiva separazione dal figlioletto. Resta però l'urgenza criminale di farla pagare ai responabili del barbaro atto. Se a sparare fu il bandito Achille Ferro, le responsabilità della politica (corrotta, anzi corrottissima) Veronica Colombo sono chiarissime. Per la sorella di Lara, che già proviene da un periodo di detenzione in carcere al quale solo De Silva ha posto rimedio, si annunciano ore difficili. rosy abate gliela farà pagare? Niente di più facile.

Puntata 6 ottobre 2014: Rosy si vendicherà

Veronica - l'attrice Valentina Carnelutti, non sempre a suo agio nello scomodo ruolo - è l'attuale compagna di Ettore Ragno, il bandito che nelle intenzioni degli autori ha preso il posto di Ferro. La coppia in realtà convince poco ed è evidente frutto di un compromesso all'italiana. Dal punto di vista meramente spettacolare bisogna riconoscere che vedere in azione Rosy ha un indubitabile fascino e va dato atto a Giulia Michelini di essere davvero molto brava ad interpretare certe scene d'azione. In carcere, inanto, cominciano i guai per Sandro e cioè l'infiltrato, che ha un grosso problema in Gigi. Il suo compagno di cella (che si finge muto ma che parla eccome) conosce infatti la sua vera identità di uomo di legge e non è certo problema di poco conto. Forse il poliziotto Sandro aveva un po' sottovalutato i pericoli cui andava incontro accettando questa missione davvero molto delicata su incarico dell'amico e collega Domenico Calcaterra.