Sono molto amareggiati Sofia Odescalchi e Uberto Marchesi, i primi eliminati della terza edizione di Pechino Express. Insieme formavano la coppia dei benestanti: lei, studentessa 22enne del NABA di Milano, pr e modella nel tempo libero, discendente di una casata di altissimo lignaggio, lui, suo coetaneo, figlio della buona borghesia trevigiana, studente alla Luiss di Roma. La giovane età e l'approccio tutt'altro che snob al gioco non hanno intenerito i coreografi che, vincitori della seconda tappa, hanno deciso un po' a sorpresa di salvare le immigrate, due concorrenti che finora non hanno certo brillato per correttezza.

Nei commenti a caldo dopo l'eliminazione, i due amici non nascondono la delusione.

"È stato talmente breve che per me, una volta atterrati, sarà come svegliarsi da un sogno", dice Uberto. "Non mi aspettavo di piangere così tanto" commenta Sofia che, all'apprendere la notizia dell'eliminazione, non è riuscita a trattenere le lacrime. "Durante questo viaggio, ho provato delle emozioni tutte insieme. Non ho provato solo gioia, rabbia, dolore, isteria, le ho provate tutte mescolate, tutte insieme. È stato incredibile, una cosa che non mi era mai capitata prima". Cosa resterà loro di questa esperienza? Uberto non ha dubbi: "la bontà dei Birmani, che se hanno uno ti danno uno. E poi la bellezza di questi posti".

Nei confronti dei coreografi, che hanno scelto di eliminarli, le loro parole sono dure e dirette, prive di ipocrisia. "Auguriamo ai coreografi il peggio", dice Sofia.

I migliori video del giorno

Ed Uberto incalza: "confido che a un certo punto il karma li punisca. Credo che nessuno degli altri avrebbe fatto la stessa scelta, una scelta strategica. Forse l'avrei presa anch'io, perché non elimini le meno forti (il riferimento è alla coppia delle immigrate, ndr), ma quelli che potrebbero crearti più problemi". L'augurio, ora, per i due reduci, è che quel po' di malese che hanno studiato per affrontare la seconda tappa del viaggio possa comunque servire in futuro e che Bali non resti solo un sogno, ma, chissà, la metà di una prossima vacanza. Degli altri concorrenti, quelli con cui più hanno legato sono stati gli eterosessuali. E a loro i due ex concorrenti rivolgono l'ultimo pensiero, con la speranza di veder compiuta una piccola vendetta: "speriamo che vincano loro anche per noi e che massacrino i coreografi".