Mercoledì 3 settembre 2014 è andata in onda in prima serata alle ore 21.10 su Rai1 la seconda puntata della nuova fiction spagnola dal titolo Velvet con protagonisti Miguel Angel Silvestre e Paula Echevarria. In Spagna la fiction ha ottenuto un grandissimo successo, riuscendo a mettere d'accordo sia il pubblico che la critica. In Italia gli ascolti della puntata d'esordio di Velvet non sono stati brillanti, ma Rai1 spera di riuscire ad ottenere una media più elevata di telespettatori nel corso delle prossime settimane di programmazione della fiction. Nella seconda puntata, la trama di Velvet si è fatta decisamente più interessante e abbiamo visto Anna alle prese con una fuga dall'ospedale: contro il parere dei medici la ragazza ha deciso di recarsi al cimitero da Alberto per stargli vicino in questo momento difficile della sua vita, in cui deve dare l'ultimo addio al padre.

Anna, però, non si è sentita bene e al cimitero ha accusato un malore perdendo i sensi. Nel frattempo l'azienda Velvet continua ad attraversare un periodo buio dal punto di vista economico: per salvarla dalla bancarotta serve un aiuto finanziario. Ecco le info per rivedere la seconda puntata di Velvet in replica streaming.

Velvet seconda puntata 3 settembre 2014: come rivederla in streaming video gratis

Tutti gli spettatori della fiction Velvet che mercoledì 3 settembre 2014 non hanno potuto seguire la puntata in prima tv assoluta su Rai1, possono rivederla in replica streaming video web gratuitamente sul sito Rai Tv accedendo alla sezione Raireplay, dove sarà possibile riguardare la seconda puntata di Velvet per sette giorni. Vi ricordiamo, inoltre, che potete scaricare anche l'app gratuita Rai Tv sul vostro telefono cellulare oppure sul tablet e in questo modo rivedere la seconda puntata di Velvet del 3 settembre 2014 comodamente dal vostro smartphone.

I migliori video del giorno

Nella terza puntata di Velvet in onda mercoledì 10 settembre 2014 ci sarà un grande colpo di scena che riguarderà i due protagonisti della fiction, Anna e Alberto: cosa succederà?