3

Canale 5 nasce nel 1978 in uno scantinato. Lo avreste mai pensato? La rivista “Link. Idee per la Televisione” dedica uno speciale alla rete televisiva che ha rivoluzionato la TV italiana. Il 19 novembre esce un DVD documentario della durata di 23 minuti, come allegato al nuovo numero della rivista. Il DVD sarà disponibile nelle librerie, in formato digitale su tablet e Kindle.

Sempre il giorno 19 novembre, in anteprima, il video sarà proiettato a Milano, alle ore 18.30, presso la Mediateca Santa Teresa in via Moscova, 28. Alla presentazione parteciperanno gli esperti Aldo Grasso, Carlo Freccero, Peppino Ortoleva e Claudio Cecchetto: tutti gli appassionati sono invitati.

Il contenuto del DVD

Si tratta di un documentario dai contenuti inediti.

La rivista Link è andata a scavare nei video archivi Mediaset, alla ricerca dei primi filmati. Pellicola dopo pellicola, sono state digitalizzate e riportate alla luce trasmissioni come: “I Sogni nel cassetto” con Mike Bongiorno, “L'intervistatore mascherato” di Giorgio Medail, i primi show di Barbara D'Urso ecc. Nel documentario sono incluse molte interviste ai personaggi famosi, le loro storie artistiche e professionali, legate al successo della prima rete televisiva commerciale. Bruno Longhi, racconta della telefonata in cui gli chiedono di lavorare per il primo programma sportivo di Canale 5: “MilanInterClub”.

TeleMilano 58: gli inizi

Canale 5 nasce da TeleMilano 58. Una emittente televisiva che potevano vedere solo poche migliaia di persone nei quartieri Milano 2 e San Felice.

I migliori video del giorno

Milano 2 era la nuova Milano costruita da Silvio Berlusconi. Allora Berlusconi era un semi sconosciuto imprenditore edile. Comprando l'emittente TeleMilano, entrava nel business dell'intrattenimento televisivo. Un business che in realtà non esisteva, creato con grande fiuto e visione verso un nuovo futuro della televisione italiana.

Le prime trasmissioni erano tutte improvvisate. Realizzate nelle sale dei bar, negli scantinati, in qualche locale affittato qua e là per la città.

Nel 1978 arriva la svolta. Nasce Canale 5, dall'unione di varie emittenti televisive dislocate nelle maggiori regioni italiane del nord e del sud. Berlusconi investe molto e forma intorno al neonato canale televisivo una squadra di famosi presentatori. Entrano Mike Buongiorno, Corrado, Gigi Sabani, strappandoli alla Rai.

I programmi trasmessi sono innovativi e mai visti prima: la Rai mantiene il suo ruolo istituzionale e austero. Arrivano i primi programmi comici e di intrattenimento come Drive In.



Sono passati poco più che 35 anni, eppure sembrano molti di più. Altri tempi rispetto alle possibilità offerte oggi dal mezzo televisivo, sempre più fuso con le nuove tecnologie nate nell'era di internet (Premium Play), del dgitale terrestre (nuovo canale Premium Prestige) e della pay tv (Mediaset Premium).