Sono in pochi ormai ad essere convinti che Michele Buoniconti non abbia nulla a che vedere con la morte della moglie Elena Ceste, il cui corpo è stato ritrovato lo scorso 18 ottobre in un canale di scolo non lontano dall'abitazione di Costigliole d'Asti.

Se comunque qualcuno ancora aveva dei dubbi, sicuramente dopo gli ultimi avvenimenti hanno cominciato a vacillare i pensieri anche degli innocentisti. Michele Buoniconti è infatti recentemente apparso nella sua veste di uomo violento, a dimostrazione che non risulta affatto impossibile che possa essere arrivato a compiere un omicidio.

Giallo Elena Ceste: Michele Buoniconti aggredisce troupe di Porta a Porta 

Il fatto violento di cui vi abbiamo fatto cenno è l'aggressione avvenuta qualche giorno fa davanti all'abitazione di Michele Buoniconti. Sulla strada si trovava una troupe di Porta a Porta che cercava di filmare l'esterno della casa. In quel momento, secondo la ricostruzione dei fatti delle persone coinvolte, sarebbe arrivato da dietro proprio Michele che avrebbe aggredito il cameraman, picchiandolo, colpendolo con un ombrello e buttandolo poi a terra. E' stato lo stesso David Betrand a raccontare i fatti in un'intervista alla trasmissione condotta da Bruno Vespa. A quel punto la telecamera sarebbe stata frantumata e gettata a terra e Michele l'avrebbe ricoperta con il fango (lo stesso, viene da aggiungere, nel quale si trovava il corpo di Elena Ceste).

Dall'aggressione, l'operatore Rai ha riportato una microfrattura ad una vertebra oltre che varie ferite.

Elena Ceste: l'aggressione alla troupe di Porta a Porta avviene davanti ai bambini

La troupe Rai per calmare le acque ha dovuto chiamare i Carabinieri che sono intervenuti sul posto. E' stato ora aperto un fascicolo per il reato di aggressione e sicuramente Michele Buoniconti dovrà rispondere non solo del proprio gesto ma anche di aver compiuto tale violenza davanti agli occhi sconvolti dei quattro figli, testimoni sicuramente di altri gesti analoghi in famiglia.

E' davvero lecito chiedersi a questo punto se davvero Michele sia stato violento anche nei confronti della moglie e se magari l'uccisione di Elena Ceste sia avvenuta in un impeto d'ira come quello al quale hanno potuto assistere gli operatori di Porta a Porta.