Ciò che succede nella Silicon Valley, madre di startup tecnologiche famose come ad esempio Apple, ora diventa il tema di questa nuova serie televisiva in 8 puntate che troveremo da venerdi 7 novembre 2014 alle ore 23 su SkyAtlantic (in replica sabato 8 novembre alle ore 11.30 sullo stesso canale).

Forse la produzione si aspettava un flop visto che le puntate durano 30 minuti ma in realtà la serie ha avuto successo tale che già il 21 aprile 2014 (la trasmissione in anteprima era partita il 6 aprile) la HBO aveva deciso di puntare su una seconda stagione.

La trama

La storia si basa su un gruppo di programmatori gestiti da Erlich Bachmann il quale mette a loro disposizione gli spazi di lavoro in cambio del 10% dei diritti sui loro progetti.

Richard è uno dei componenti del gruppo e sta lavorando sul Pied Piper, programma che dovrebbe aiutare i musicisti a capire se con le loro composizioni stanno effettuando il plagio di qualcuno. Il progetto viene lasciato in disparte perché non è molto degno di nota fino a quando si scopre che nasconde un algoritmo particolare per l'acquisto del quale proporranno a Richard 10 milioni di dollari.

Richard a questo punto si troverà di fronte a un bivio: accettare l'offerta o proseguire in completa autonomia?



La serie è stata creata dal poliedrico Mike Judge: attore visto in Italia nei film della serie Spy Kids nei panni di Donnagon Giggles, doppiatore, sceneggiatore e regista del film di animazione Beavis & Butt-Head (trasmesso in Italia nel 1996 sul canale comedy Paramount e nel 2010 su MTV), ma anche produttore di alcuni film.

I migliori video del giorno

Del cast fanno parte anche T.J. Miller, doppiatore e attore che ha recitato in film come Transformers 4 (2014), Rock of Ages (2012), l'orso Yoghi (2011); Martin Starr di Facciamola finita (2013); Amanda Crew che ha recitato nel recentissimo film sul fondatore di Apple intitolato Jobs (2013).

La Silicon Valley 

La maggior parte delle volte in cui sentiamo parlare di Silicon Valley è nell'ambito di innovazioni tecnologiche e personalità famose ad essa legate con le loro startup, che hanno avuto boom esponenziali: questo è il nido dove si rifugiano i più grandi geni dell'informatica e il motivo è molto semplice.

Silicon Valley (ossia Valle del silicio) è il nome con cui dal 1971, grazie al giornalista Hoefler, viene identificata la parte meridionale della Baia di San Francisco; Hoefler la soprannominò così per la forte presenza di aziende che producevano semiconduttori e microchip. Entrambi venivano utilizzati in ambito tecnologico e attirarono in quella zona produttori di PC, software e fornitori; moltissime aziende importanti e famose anche in Italia hanno lì tuttora la loro sede: oltre a Apple troviamo tra le altre Adobe Systems, Cysco, Facebook, Google, HP, Paypal.