Ha vinto il confronto diretto con "Senza Identità", ma in termini generali, con meno di 4 milioni di telespettatori, i numeri di "Fort Forte Forte", nuovo talent show condotto da Raffaella Carrà, non hanno entusiasmato. In particolare, sul web, il pubblico ha lamentato che il programma sia un miscuglio di una serie di trasmissioni già viste, da XFactor ad Amici, passando per Tu sì que vales. Intercettata dall'Adnkronos, Raffaella Carrà ha difeso le sue scelte e, se ci sono state delle sbavature, le ha attribuite tutte ai conduttori e alla loro scarsa esperienza.

Raffaella Carrà si difende e chiede tempo

Intervistata sulla partenza piuttosto contenuta del suo show, in termini di ascolti, Raffaella Carrà non fa drammi e dice che, dopo aver visto la trasmissione e il montaggio fatto da Sergio Japino, che lei non conosceva, nel complesso si è detta "soddisfatta" e chiede tempo per eliminare alcune piccole sbavature emerse durante la prima puntata.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie TV

Innanzitutto, secondo l'artista bolognese, non è stato spiegato bene che in queste prime puntate verranno mostrati i provini, dunque il meglio dello spettacolo deve ancora venire e ci sarà sicuramente a partire dalla terza settimana di trasmissione.

Per quanto riguarda i dati auditel, che piazzano "Forte Forte Forte" alle spalle di "La Pista", trasmissione con Flavio Insinna molto criticata per gli ascolti bassi, la conduttrice e ballerina sottolinea come questo sia un progetto completamente nuovo, dunque una vera e propria "sfida". E poi, la Carrà ricorda che il suo programma ha catturato le fasce d'età giovani e più avanzate, dunque manca solo l'età media che, assicura, presto si accorgerà del suo talent-show.

Se ci sono colpe, quelle non sono della Carrà, né di Asia Argento

Se proprio deve trovare delle note stonate al suo "Forte Forte Forte", Raffaella Carrà le trova nelle presenze maschili. Infatti, la "Raffa" nazionale ricorda, innanzitutto, come lei sia l'unica del cast ad avere una certa esperienza e poi, dopo aver salvato Asia Argento, evidenziando come sia una grande artista in grado di capire tutto al volo, punta il dito contro i conduttori maschili, Ivan Olita, Joaquin Cortés e Philipp Plein.

I migliori video del giorno

Tutti sono alla prima esperienza nella conduzione e, in particolare Olita, le è sembrato troppo secco e diretto, quando in realtà dovrebbe essere più morbido e accomodante. Dunque, la partenza soft di "Forte Forte Forte" è solo questione di tempo e di poca attitudine alla conduzione dei protagonisti maschili? Raffaella Carrà ha chiesto 5-6 puntate di tempo, vedremo se per l'ennesima volta avrà ragione e potrà inserire, nella sua strepitosa carriera, l'ennesimo successo televisivo.