Le anticipazioni che arrivano dal set de Il Segreto sono sempre più avvincenti. Sopratutto la storia d'amore tormentata tra Maria e Gonzalo fa battere il cuore a tantissimi telespettatori che sognano di vederli finalmente felici e contenti. A proposito, l'attore Jordi Coll che interpreta Gonzalo è stato intervisto il 14 febbraio a Verissimo da Silvia Toffanin dove oltre a svelare qualche aspetto dell sua vita privata, ha confidato che i fans assisteranno a molti colpi di scena, promettendo che Maria e Gonzalo vivranno finalmente felici ed innamorati.

Il Segreto seconda stagione: Maria confida gli abusi subiti a Gonzalo

Ma torniamo alle anticipazioni che tutti attendono in quanto Maria troverà la forza di raccontare a Gonzalo che Fernando la violenta tutte le notti dopo averla drogata. Come saprete la Castaneda ha scoperto con l'aiuto della zia Mariana che il marito dopo averle dato del latte caldo drogato, la violenta selvaggiamente. Possiamo anticipare che nella puntata 558, il parroco noterà che Maria è molto inquieta e cercherà quindi di scoprirne il motivo. La ragazza in un primo momento restia, si convincerà a svelare che Fernando la stupra in modo atroce tutte le notti, aggiungendo di ricordarsi il volto del suo aggressore nel fienile che coincide con Fernando.

Gonzalo rimasto scioccato e sconvolto giurerà vendetta che non tarderà ad arrivare. Infatti Gonzalo prenderà a pugni Fernando dopo averlo incontrato per caso alla locanda, urlandogli contro tutto il suo disprezzo. Come reagirà Fernando ormai scoperto sia da Maria che Gonzalo?

Possiamo anticipare che Maria e Gonzalo tenteranno invano di fuggire mentre Fernando sfogherà i suoi istinti animaleschi con Aurora.

Possibile che Fernando la faccia sempre franca? State tranquilli perché tra molte puntate Maria racconterà delle violenze subite a Donna Francisca che torturerà l'uomo. Per molto altro non resta che collegarsi tutti i giorni con Canale 5 o se volete cliccate segui, il tasto a destra dell'articolo per non perdervi tutte le anticipazioni de Il Segreto.