Sono 8 i nuovi episodi dell'attesissima terza stagione di 'Una grande famiglia 3', la fiction di Rai Uno sceneggiata da Ivan Cotroneo: la puntata pilota andrà in onda il prossimo 22 marzo, non appena terminata la seconda serie di 'Braccialetti rossi'. Ma dove eravamo rimasti? La prima stagione ruotava tutta attorno ad un'assenza, quella di Edoardo Rengoni (Alessandro Gassman), il tormentato primogenito di una famiglia di spicco dell'industria brianzola del mobile, scomparso e creduto morto in seguito ad un incidente col suo elicottero. La sapiente sceneggiatura, tesa non tanto a moltiplicare i filoni narrativi quanto piuttosto a dipanare inquietudini intorno al mistero più grande dell'esistenza, quello della vera natura dell'individuo, era riuscita nel compito di armonizzare l'elemento thrilling con l'indagine psicologica sulle molteplici contraddizioni dell'animo umano, strattonato tra sentimenti e desideri contrastanti.

Raoul (Giorgio Marchesi), il fratello minore dello scomparso, dal temperamento a lui opposto, tra slanci idealisti e passioni impetuose, si era avvicinato sempre di più a Chiara (Stefania Rocca), la moglie di Edoardo, amata in gioventù e mai dimenticata. Ma la riscoperta di un sentimento che i due credevano sopito e che invece infiamma ancora viene bruscamente interrotta dal ritorno a casa di Edoardo, le cui conseguenze sono approfondite nella seconda stagione quando nessuno della famiglia sembra riconoscerlo più. Risolve il mistero l'ultima puntata: si scopre, infatti, che le bugie di Edoardo, le inquietudini e le incoerenze sono dettate dal fatto che è diventato un collaboratore di giustizia: finale un po' buonista, ma consolatorio, che chiude una volta per tutte il capitolo legato all'enigma della sua scomparsa.

I migliori video del giorno

Chi è la bambina che ha chiamato Nora 'nonna'?

Le ultimissime scene della seconda stagione ci mostravano la ritrovata armonia famigliare: Chiara aspetta un bambino da Raoul, Nicoletta dal marito Ruggero, Stefano è uscito ammaccato da una relazione sfortunata, ma ha recuperato il sorriso, Nora ha superato i problemi di salute. Ma proprio la matriarca dei Rengoni, durante un pranzo in giardino, riceve una telefonata. Una voce infantile la chiama ripetutamente 'nonna', ma lei ha tutti i suoi nipoti accanto a sé. Chi è allora quella bambina? S'interrompeva così, sull'immagine della piccola di spalle, la seconda serie e proprio da quell'identità sospesa riparte la terza: la bambina in questione si chiama Elena e, nonostante inizialmente si fosse ipotizzato che fosse la figlia di una figlia illegittima di Nora, in realtà è nata da una relazione adulterina di Edoardo (sì, sempre lui) con una donna emiliana interpretata da Isabella Ferrari, bella ma sempliciotta. Il suo personaggio, che lotterà per ritagliarsi un posto all'interno della famiglia Rengoni, sarà la vera novità della terza serie, che arruola anche Giampaolo Morelli, che interpreta un bravo amministratore assunto dai Rengoni per sistemare i conti: bravo con i numeri, ma disastroso nelle relazioni con il gentil sesso, verrà sedotto proprio dal personaggio interpretato da Isabella Ferrari.

Il bambino di Chiara e Raoul nascerà?

Massimo riserbo, invece, sull'unico nodo rimasto insoluto nella seconda serie: il bambino che Chiara aspetta da Raoul nascerà? Indiscrezioni non confermate parlano di un aborto spontaneo. E, a quanto pare, la perdita del bambino finirà per causare un allontanamento tra i due. Ma non mancheranno colpi di scena.