Alex Belli ancora nell'occhio del ciclone per la sua vita privata. Dopo l'intervista esclusiva a Domenica Live della presunta amante, spunta un'altra ex, Hellen Raniakova, che ha deciso di scrivere ad un noto settimanale per avvertire la moglie Katarina del passato di Alex.

L'attacco di Hellen all'ex fidanzato Alex Belli

Nella lettera aperta alla moglie Katarina, Hellen si sfoga e invita la donna a stare molto attenta ad Alex. Ha iniziato il suo racconto al settimanale confessando di aver sofferto molto all'epoca della sua storia con l'attore di Centovetrine, a causa dei continui tradimenti. La relazione, durata quattro anni con tanto di convivenza a Milano e proposta di matrimonio da parte del Belli, sarebbe finita proprio per questo motivo.

Hellen prosegue dicendo che Alex aveva tradito anche la ragazza di Parma con cui stava prima di lei.

Afferma di provare tenerezza per Katarina e di aver deciso di metterla in guardia per evitarle dolorose sorprese. Hellen ha detto di provare tenerezza per la moglie, in particolar modo nel momento in cui ha deciso di fare una sorpresa ad Alex andando all'Isola, anche per ricordargli di essere un uomo sposato. Il bel naufrago aveva infatti intrapreso una tenera amicizia con Cristina Buccino, compagna di reality. Hellen Raniakova conclude la lettera invitando Katarina a far luce sul passato del marito, costellato, almeno a detta sua, da tanti e ripetuti tradimenti, tenuti sapientemente nascosti.

Katarina, dal canto suo, sembra abbastanza tranquilla, anche di fronte all'intervista della presunta amante Noemi Addabbo.

I migliori video del giorno

Ha infatti dichiarato di essere molto innamorata di Alex Belli e di voler presto un figlio da lui. Quello che è certo è che il naufrago, una volta tornato in Italia, dovrà affrontare in prima persona questa situazione imbarazzante, oltre a fare i conti con la chiusura della soap Centovetrine. La moglie Katarina, senza dubbio, pretenderà delle spiegazioni. Il loro amore sarà abbastanza forte da superare tutti questi ostacoli? Non ci resta che aspettare.