Pronti per un nuovo appuntamento che ci porterà alla scoperta delle novità riguardanti le trame dei prossimi episodi della soap opera spagnola Il segreto. Oggi vi daremo le ultime news sulla puntata serale extralarge della soap opera in onda domenica 26 aprile alle ore 21.15 e poi passeremo in rassegna la trama dell'episodio che andrà in onda lunedì 27 aprile.

Si tratta di due puntate che saranno a dir poco ricchissime di grandi novità e colpi di scena: del resto fin dalla prima puntata, Il Segreto ci ha abituato a dei continui cambiamenti che rendono la trama sempre più interessante e coinvolgente per il vasto pubblico che ogni giorno segue la soap.

Ecco nel dettaglio cosa accadrà in questi due nuovi appuntamenti.

Anticipazioni Il segreto, puntate 26 e 27 aprile

Le anticipazioni circa la puntata serale de Il segreto del 26 aprile rivelano che Dolores mette in giro la voce secondo la quale Tristan e Candela hanno litigato e per di più sono arrivati ai ferri corti. Nel giro di poco la notizia si diffonde a "macchia di leopardo" e vedremo che arriverà anche alle orecchie dell'astuta donna Francisca, la quale cercherà di fare il possibile per allontanare definitivamente la pasticcera da suo figlio Tristan. Per prima cosa deciderà di chiederle un aumento del costo dell'affitto: se Candela non pagherà sarà costretta a chiudere la sua pasticceria e a lasciare Puente Viejo. Nel frattempo Gonzalo comincia ad avere il sospetto che dietro l'arrivo di don Celso si nasconda la mano di don Anselmo e quella di Francisca.

I migliori video del giorno

Passiamo ora alla puntata de Il segreto in onda lunedì 27 aprile in tv: le anticipazioni ufficiali rivelano che i continui giramenti di testa di Quintina fanno allarmare Hipolito, il quale sospetta che la donna possa essere incinta. Nel frattempo Gonzalo parla con don Anselmo e quest'ultimo gli rivela tutta la verità su don Celso: è stato lui stesso a chiamarlo per "il bene" del diacono. Peccato, però, che quest'ultimo non ha alcuna intenzione di lasciare il paese e comunica ufficialmente ai due preti che non partirà per l'Amazzonia.