Per la figlia di Pepa Aguirre (Megan Montaner) e Tristan Castro (Alex Gadea), anche nella terza stagione non ci sarà pace. Nonostante la famiglia sempre a sostenerla e un fidanzato (Conrado) che non le farà mancare niente, la sua vita sarà molto travagliata. Francisca Montenegro (Maria Bouzas) le renderà la vita difficile, con la collaborazione di Jacinta Ramos (Victoria Camps Medina): insieme faranno di tutto per eliminarla definitivamente. La dark lady elaborerà un piano per farla soffrire a lungo, rinchiudendola in un manicomio. Aurora Castro (Ariadna Gaya) 'tormenterà' sua nonna solo con la presenza: la somiglianza con la levatrice disturberà la perfida donna che comincerà a pianificare un piano per renderle la vita un inferno.

Francisca inizierà a mettere in atto il suo piano malefico quando scoprirà che Aurora, insieme a Gonzalo Valbuena (Jordi Coll), indagherà sulla morte di sua madre arrivando sempre più alla verità. L'assassina, come ben sapete, è Francisca ma questa verità non deve venire a galla. Francisca farà di tutto per fare arrestare Aurora e ci riuscirà facendo ricadere una colpa su di lei; la ragazza scapperà dal carcere quando scoprirà che suo fratello è morto, anche se non sarà così. Una volta fuori, verrà ritrovata dal suo fidanzato e dalla Guardia Civile; Francisca grazie all'aiuto di un uomo, riuscirà a far rinchiudere la giovane in un manicomio dove verrà torturata ingiustamente.

Il Segreto anticipazioni terza stagione: Aurora imbavagliata e torturata amaramente

Le anticipazioni della terza stagione ci suggeriscono che Aurora verrà imbavagliata, legata su una sedia dove, addirittura, subirà delle scariche elettriche sul suo corpo. Conrado, Maria Castaneda (Loreto Mauleon) e Candela (Aida de la Cruz), faranno di tutto per "salvarla" e ci riusciranno, ma il psichiatra dirà che i danni al cervello saranno irreversibili. Sarà veramente così? Come andrà a finire? Se volete scoprire le prossime anticipazioni in merito alla vicenda, continuate a seguirci; dato che non mancherà chi vorrà attentarle la vita.