Nuovo appuntamento con la nostra rubrica dedicata alle anticipazioni e alle novità riguardanti le prossime puntate della soap opera spagnola Il Segreto, che vedremo in onda martedì 5 e mercoledì 6 maggio 2015 in prima visione assoluta sulla rete ammiraglia del Biscione. Quali saranno le novità di questi episodi e cosa succederà a Puente Viejo? Ecco nel dettaglio tutto quello che dovete sapere!

Anticipazioni Il Segreto del 5 e 6 maggio 2015

Le anticipazioni ufficiali riguardanti la puntata de Il Segreto in onda in tv domani pomeriggio, martedì 5 maggio alle 16.15, rivelano che Tristan è rimasto vittima dell'incidente architettato ai suoi danni da Jacinta.

Per fortuna, però, l'uomo non ha riportato ferite gravi e in pochissimo tempo potrà tornare in sesto: tutto merito delle cure tempestive di Aurora/Carmen, la quale, sentendo le grida d'aiuto dell'uomo, è subito corsa da lui e gli ha prestato soccorso, medicandolo e assistendolo con grande amore e cura.

Intanto, Alfonso ed Emilia scoprono che donna Francisca è a conoscenza del fatto che hanno deciso di tenere in casa il bambino ritrovato al fiume: i due, però, non sono tranquilli e temono che la donna stia tramando qualcosa per scoprire la vera identità del piccolo Alfonsino. Gonzalo, nel frattempo, lascia il paese e parte per la missione che lo porterà lontano da tutto e tutti per un bel po' di tempo...

Per quanto riguarda la puntata de Il Segreto in onda mercoledì 6 maggio 2015 in tv, le anticipazioni ufficiali rivelano che Anibal si convince ad accettare i soldi della colletta organizzata dagli abitanti di Puente Viejo.

I migliori video del giorno

Il problema, però, sorge nel momento in cui l'uomo scopre che nessuno ha donato nulla per timore della terribile maledizione dei Buendia. Nel frattempo, Candela tenterà in tutti i modi di convincere la vera Aurora a rintracciare suor Teresa, che potrebbe aiutarla a svelare la sua vera identità a Tristan. Gonzalo, invece, si recherà a casa del suo amico missionario Mateo: l'uomo, però, sembra nascondergli qualcosa e il suo modo di fare "ambiguo" non farà altro che insospettire sempre di più il diacono...