È stata confermata poche ore fa quelle che fino a ieri era una solo una voce ufficiosa: Sami Khedira, centrocampista in forza al Real Madrid, lascerà i merengues per raggiungere il gruppo bianconero, dopo un anno tormentato a causa degli infortuni e dello scarso feeling con Carlo Ancelotti, che spesso e volentieri lo ha relegato al ruolo di comprimario.

Per lui un contratto di quattro anni: sarà legato al club vicecampione d'Europa dal primo luglio prossimo (la data della firma ufficiale) fino al giugno 2019. Un campione dal palmarès invidiabile, Khedira: solo l'anno scorso s'è laureato campione del mondo con la sua Nazionale, giusto un paio di mesi dopo aver vinto la Champions League con il Real. Ma non sono solo i suoi successi sportivi a destare ammirazione e c'è da giurare che a Torino il fuoriclasse tedesco farà parlare di sé anche per la sua storia d'amore. Da quattro anni, infatti, è fidanzato con la modella Lena Gercke, bionda statuaria e bellissima, nota nel suo paese, oltre che per aver vinto, nel 2006, la prima edizione di Germany's Next Topmodel (programma di cui ha condotto nel 2009 l'edizione austriaca), anche per essere un'abile giocatrice di scacchi.

La copertina 'scandalo' del 2012 che costò l'arresto a tre giornalisti

La coppia s'è formata nell'agosto del 2011, ma solo all'inizio dell'anno successivo ha deciso di ufficializzare l'unione, scegliendo di posare per l'edizione tedesca di GQ, il raffinato magazine della Condé Nast. In alcuni degli scatti, i due, in quell'occasione, erano stati ritratti in pose vagamente disinibite, dediti a tenerezze e schermaglie amorose. E proprio in copertina, il magazine, uscito nel febbraio 2012, immortalava il centrocampista di Stoccarda con una mano a coprire il seno di lei senza veli. Questa stessa immagine è stata ripresa e pubblicata dal giornale tunisino Attounissa (il padre di Khedira è originario del paese magrebino), provocando l'arresto dell'editore e di due giornalisti della redazione, accusati di aver attentato alla morale pubblica. Un brutto episodio che aveva costretto la Federazione internazionale dei giornalisti a intervenire in difesa della libertà di stampa.

Segui la pagina Gossip
Segui
Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!