Mauricio è uno dei fedelissimi de Il Segreto. Il fidato servo di Donna Francisca, da sempre esegue senza opporsi gli ordini della sua signora, anche se in alcune occasioni è costretto a "sporcarsi le mani" al suo posto. Così, lo vediamo in giro per Puente Viejo a carpire i segreti che avvolgono alcune persone, a raccogliere informazioni e a comunicare anche spiacevoli notizie. Una sorta di "agente segreto" della perfida matrona della soap spagnola. Mario Zorrilla, l'attore iberico che fin dalla prima puntata veste i panni di Mauricio, in un'intervista per "Tv Sorrisi e Canzoni" ha parlato di pregi e difetti del suo personaggio.

"Costretto a obbedire a Donna Francisca, ma Mauricio ha un cuore grande"

Nel rivelare i lati più nascosti della personalità di Mauricio, Zorrilla rivela che la vita del suo personaggio è stata condizionata, e non poco, dalla fine di un grande amore del passato. Subito dopo questo tragico avvenimento, Mauricio ha deciso di dedicarsi completamente a Donna Francisca, obbedendo di fatto a tutte le richieste, anche le più inusuali, da lei avanzate nei suoi confronti. Tuttavia, anche se al servizio della crudele protagonista della soap spagnola, il servitore è un uomo che ha cuore e sensibilità, è una persona leale, e in queste caratteristiche l'attore galiziano si riconosce come persona.

I 4 momenti in cui Mauricio ha dimostrato di essere un uomo sensibile

Le parole di Mario Zorrilla, che per interpretare il servo di Donna Francisca si è trasferito dalla Galizia a Madrid, sono confermate dalle trame dei diversi episodi de Il Segreto. Nel corso della soap opera, infatti, Mauricio soprattutto in quattro occasioni ha dimostrato di non essere per niente perfido come la sua padrona.

Il primo momento in cui l'uomo mostra il suo buon cuore, è quando emerge la vicenda di Efren. Il fratello disabile di Pepa, imprigionato a Villa Montenegro per volontà di Francisca, viene accudito e seguito proprio da Mauricio.

La seconda occasione in cui è venuta fuori la sensibilità del personaggio interpretato da Zorrilla, è la morte di Pepa.

Il servitore, quando la levatrice muore, si commuove per la sua drammatica storia e, ancora a distanza di tanto tempo, la ricorda sempre con malinconia. Del resto, Pepa aveva con lui un buon rapporto e riusciva anche a tenergli testa. Terza occasione in cui vediamo Mauricio schierarsi dalla parte dei più deboli, è quando interviene per difendere Hipolito e Quintina. L'uomo colpisce con un pugno Rogerio, il perfido zio della ragazza che l'aveva costretta a sottostare ai suoi pessimi comportamenti tenuti al circo. Infine, giungiamo alla morte di Tristan. Sulla tomba del capitano, c'è qualcuno che ogni giorno porta dei fiori freschi: chi è, se non il buon Mauricio? Mentre Donna Francisca, ammalata, è rinchiusa in una casa di cura, l'uomo si reca tutti i giorni al cimitero perché sa che quel gesto renderebbe felice la sua padrona.

Insomma, Mauricio è sì costretto ad assecondare la perfidia di Donna Francisca, ma quando riesce a liberarsi per un attimo dai suoi intrighi, mostra a tutti il suo buon cuore. E forse per questo è uno dei beniamini dei fans della soap Il Segreto. 

Segui la pagina Serie TV
Segui
Segui la pagina Il Segreto
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!