Mercoledì 23 dicembre andrà in onda su Rai 3 la nuova puntata di Chi l'ha visto, lo storico programma condotto da Federica Sciarelli. Obiettivo della trasmissione sarà occuparsi delle persone scomparse, segnalate direttamente dai telespettatori, ma verrà dato spazio anche a numerosi casi di Cronaca Nera ancora irrisolti. Tra di essi non potranno mancare gli ultimi aggiornamenti sul caso Bozzoli, dopo che quattro persone sono state iscritte nel registro degli indagati.

Chi l'ha visto del 23/12: le novità su Mario Bozzoli

L'imprenditore di Marcheno Mario Bozzoli è scomparso dalla sua fonderia lo scorso 8 ottobre.

Fin da subito si è pensato all'omicidio, soprattutto considerando che proprio nell'orario della sparizione si era verificata una preoccupante fumata anonima (la stessa che potrebbe aver visto Giuseppe Ghirardini, l'operaio morto avvelenato pochi giorni dopo il suo titolare) dai forni della fonderia. A oltre due mesi di distanza da quel tragico giorno, sono state iscritte nel registro degli indagati quattro persone: i due nipoti Alex e Giacomo Bozzoli oltre che i due operai presenti in fonderia nell'ora del probabile delitto (si tratta di Oscar Maggi e Abdu). Al momento queste persone sono accusate di omicidio volontario e distruzione di cadavere.

News casi Ardita e Di Sabatino

Nella puntata di Chi l'ha visto che andrà in onda mercoledì 23 dicembre si parlerà di altri casi di cronaca ancora irrisolti.

Tra di essi verrà dato spazio alla recente riesumazione del cadavere di Eligia Ardita: secondo il padre della giovane uccisa, le nuove verifiche sul corpo hanno portato delle novità che potrebbero confermare la presenza di una complice di Christian Leonardi. Non mancheranno i riferimenti al suicidio di Giulia Di Sabatino, gettatosi su di un cavalcavia dell'autostrada senza un vero motivo.

Si cercherà di capire se l'uomo che le ha dato un passaggio la notte della sua scomparsa, sia stato coinvolto nella tragedia. Oltre agli aggiornamenti sul caso di Marco Vannini, Federica Sciarelli racconterà le novità relative alla morte di Trifone Ragone e Teresa Costanza. Anche la fidanzata di Giosuè Ruotolo risulta indagata con l'accusa di favoreggiamento e false attestazioni.