Che Gomorra sia molto più vicina alla realtà di quello che si pensi è un puro dato di fatto. A Napoli la criminalità regna imperante, in ogni angolo, in ogni periferia si ha sempre la sensazione di non essere al sicuro, di trovarsi sempre in una delle puntate della nota serie televisiva. Con Gomorra Saviano vuole raccontare una Napoli reale, in difficoltà e spesso in ginocchio a causa di personaggi molto simili a quelli che si possono ammirare in tv.

Ma Gomorra è prima di tutto una serie televisiva e così deve essere considerata. Cosa accade però se le frasi dei boss di turno diventano tormentoni o ragazzini di strada cominciano ad emulare i loro beniamini del piccolo schermo?

Insulti ad un transessuale

Accadono episodi come quello successo l’altro ieri 21 maggio ad Agnano nella zona di Parco degli Astroni, dove un gruppo di ragazzi avrebbe preso di mira un transessuale della zona cominciando dapprima ad insultarlo pesantemente ripetendo quasi a memoria le scene della terza puntata della Serie TV in cui uno dei boss, Salvatore Conte, si innamora di un trans che però viene pesantemente insultato dai suoi scagnozzi.

La situazione poi sarebbe degenerata quando uno dei ragazzi in preda ad un vero e proprio raptus di follia avrebbetirato fuoriun coltello e avrebbe colpito ripetutamente il trans di 22 anni ad un braccio. La vittima al momento è ricoverata all’ospedale San Paolo mentre ancora non si hanno notizie riguardo gli assalitori che sarebbero scappati.

Sempre nella stessa serata un altro trans sarebbe stata insultata in una discoteca da alcuni ragazzi che ancora una volta avrebbero citato le parole della serie tv. Una deriva pericolosa che già alla prima stagione aveva dato vita ad episodi del genere.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Serie TV

Nei giorni scorsi, Roberto Saviano è stato intervistato dal Corriere della Sera.

Si citano le parole della serie

proprio a proposito di possibili conseguenze scaturite dai falsi eroi di Gomorra; lo scrittore ha liquidato ogni polemica in questo modo: Gomorra? Chi cerca il bene guardi Un Posto al Sole - ha detto Saviano al Corriere - Tutto quello che abbiamo rappresentato è tratto dalla realtà. Rischio emulazione?

Incolparci è un atteggiamento omertoso". Parole che senz’altro chiudono ogni sorta di questione.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto