Laura Pausini si è confessata a cuore aperto nel corso di una intervista al popolare magazine Vanity Fair. La cantante romagnola, 'tacciata' di essere davvero un'artista iperattiva ha parlato con ironia dei suoi tanti progetti realizzati e di quelli ancora in cantiere: 'Molti mi chiedono come fai a fare tanta roba e rimango stupita. Io vorrei fare molto di più'. Laura Pausini ha anche svelato un retroscena amaro legato ai post concerto.

Non ha nascosto l'inquietudine del dopo concerto, quando le decine di migliaia di fan abbandonano i teatri o gli stadi e lei si ritrova da sola: 'Mi fa sempre un certo effetto, direi quasi paura.

Odio la solitudine per questo motivo amo sempre stare in compagnia. Quando i fan vanno via e non vedo più le loro mani e non sento più le loro grida è come se un grande vuoto mi avvolgesse'. In occasione di un suo recente concerto a Milano, la Pausini fu autrice di un gesto shock alzando il dito medio rivolto ai suoi detrattori che avevano previsto il 'vuoto' per i suoi concerti.

L'infanzia difficile raccontata da Laura Pausini

L'artista romagnola ha poi fatto un passo indietro nel tempo tornando ai periodi tribolati della sua infanzia, caratterizzata da una profonda ingenuità spesso fatta oggetto di scherno da parte dei compagni di classe: 'Non vedevo mai il male nelle cose che succedevano e neanche nelle persone.

Poi col tempo ho imparato a capire fino a diventare troppo prudente al punto da avere perso la mia spontaneità. Poi per fortuna la leggerezza ha preso il sopravvento'.

Laura Pausini ha ricordato anche gli esordi quando cantava nei piano bar in compagnia del padre. Spesso i suoi compagni presenziavano a quelle serata prendendola per i fondelli e criticandola. 'Non avevo l'aspirazione di diventare una grande cantante. Io volevo solo cantare le mie canzoni e poi tornare a casa a dormire'. Dormire negli hotel non è stata mai la sua passione.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Gossip Concerti E Music Festival

'Quando vinsi Sanremo dissi a mio padre, e adesso? Non è che dovrò dormire sempre in hotel?'. Poi gli hotel sono diventati la sua casa per gran parte dei suoi giorni.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto