La celebre attrice, sceneggiatrice, regista e produttrice Eleonora Giorgi ha rivelato che, quando era giovane, fumava eroina. La confessione è stata resa durante una lunga intervista a 'Il Fatto Quotidiano', durante la quale ha parlato anche del rapporto con i suoi familiari e con Massimo Ciavarro

Gioventù ritratta nel libro 'Nei panni di un'altra'

Ha avuto un'infanzia e una gioventù turbolenta Eleonora Giorgi. Nonostante la fama e il successo, l'attrice romana ebbe qualche incidente di percorso, come quello con l'eroina, droga che iniziò a fumare per caso e che la rovinò. Durante l'intervista a 'Il Fatto Quotidiano', la Giorgi ha parlato anche della relazione con Massimo Ciavarro, l'uomo che la fece diventare meno diffidente nei confronti del 'sesso forte'.

Eleonora ha fatto uscire anche un libro, 'Nei panni di un'altra', in cui parla della sua vita. Il volume ritrae perfettamente la vita di Eleonora Giorgi. La voce narrante, però, non è una sessantenne matura ed esperta ma una ventenne ancora alle prime armi nel #Cinema e nella vita. 

Il matrimonio con Rizzoli e le accuse di arrivismo

Eleonora Giorgi è stata sempre contraria a qualsiasi tipo di droga ma, quando era giovane si ritrovò a fumare eroina. Quello che credeva fosse un imprevisto facilmente cancellabile diventò la regola. L'attrice continuò a fumare eroina in ogni posto. Un giorno, sul set, non aveva droga: iniziò ad avere freddo, a tremare, a sentirsi male. La Giorgi chiamò i suoi familiari che la invitarono a disintossicarsi. La persona che permise all'attrice romana di uscire dal tunnel dell'eroina fu Angelo Rizzoli, sposato nel 1979.

I migliori video del giorno

Molti criticarono Eleonora Giorgi, bollandola come arrivista. Rizzoli, infatti, era un uomo colto, ricco e influente. Gli stessi parenti di Angelo volevano che l'uomo sposasse una donna ricca e appartenente alla borghesia di Milano. Lui, però, seguì il cuore e sposò quell'attrice romana dagli occhi celesti come il cielo. 

Oggi Eleonora ha al suo attivo 40 film circa, 14 fiction e 2 pellicole da sceneggiatrice e attrice. All'inizio della carriera, però, molti la snobbavano, come il regista Antonioni.