Dopo le rivelazioni choc del quotidiano britannico The Guardian, in cui si annunciava quello che accadeva all'interno di un convento di seminaristi a opera di futuri sacerdoti, ci giunge la confessione di un escort musulmano gay, che aggiungerebbe 'pepe' agli avvenimenti rivelando la dedizione delle persone, ma sopratutto di molti politici britannici nel lasciarsi andare a un certo tipo di 'affettuose' relazioni sessuali. Ricordiamo che gli avvenimenti choc raccontati dal Guardian, 'parlano' di veri e propri incontri erotici tra giovani seminaristi che, oltre a dedicarsi alla preghiera trascorrevano il tempo organizzando orge all'interno del convento.

Scandalo Vaz e omosessualità  

In seguito al precedente scandalo sopracitato, ecco affacciarsene uno che ha coinvolto Keith Vaz; il deputato laburista parlamentare che sarebbe stato sorpreso con due giovani ragazzi dell'Est, escort di professione. Le rivelazioni choc della stampa porterebbero l'attenzione mediatica inglese verso il tema dell'omosessualità di molti esponenti politici; sia essi sposati o legati sentimentalmente a una donna da molti anni, all'improvviso 'beccati' in flagrante nel tentativo di 'acquietare' i propri desideri. In seguito allo scandalo Vaz, che ha 'ferito' l'immagine del parlamento inglese, sembra far discutere la lettera del giovane musulmano gay che per vivere ha deciso di fare l'escort di professione. Proprio grazie a questo 'mestiere', il ragazzo sarebbe venuto a conoscenza della realtà omosessuale di molti esponenti politici sposati e ritenuti apparentemente conservatori di 'una casta ormai violata'.

I migliori video del giorno

Le confessioni choc di un escort

Il ragazzo avrebbe confessato di non essere rimasto stupito alla notizia di Vaz, 'beccato' insieme ai due escort e dichiara: "io stesso sono l'oggetto del desiderio di persone come lui e più importanti di lui". "Sono escort da 4 anni e ho avuto molte esperienze" prosegue il giovane gay musulmano; "incontro avvocati, manager e politici della House of Lords e della House of Commons, ma quello che più mi disgusta è il modo in cui tradiscono le proprie mogli". Vengono a prendermi con le loro auto di lusso per andare nell'appartamento adibito alle 'relazioni pericolose'; forse credono non sappia chi ho davanti, ma basta osservare i telegiornali per saperlo. Mi trovo in Inghilterra perché fuggo da un Paese dove molti gay sono uccisi; anche se il 'lavoro' di escort è noioso guadagno bene e spesso, mentre faccio sesso con loro, telefono o invio messaggi per 'ingannare' il tempo. Il giorno più proficuo della settimana è la domenica; tutti questi politici hanno bisogno di staccarsi, anche solo per una sera dalla famiglia, e se lavori sodo, non hai l'Aids e non fai uso di droghe, puoi guadagnare un sacco di soldi.

I clienti più 'bisognosi di affetto' arrivano a considerarci loro compagni, cosa che ha un grande vantaggio perché elargiscono migliaia di sterline e vogliono, quando vanno in vacanza, la nostra presenza. Alla domanda sulle sue prospettive future risponde con assoluta fermezza: la mia speranza? Diventare cittadino britannico e andare all'università.