Grande sorpresa per l’eliminazione dalla casa del Grande Fratello Vip di questa sera. Ad uscire dalla porta rossa la giovane Asia Nuccetelli, inizialmente in coppia con la madre Antonella Mosetti. Le due erano entrambe al televoto: la prima era stata candidata all’eliminazione dagli altri concorrenti, la seconda invece dal leader della prova Valeria Marini. La giovane 20enne è uscita dalla casa con una percentuale netta: quasi l'83%dei voti. A votare per questa eliminazione quasi 2 milioni e mezzo di telespettatori.

Durante la messa in onda del serale, ad Andrea Damante hanno fatto vedere un video dove sia la figlia che la mamma ritenevano Andrea responsabile di tutte le incomprensioni e discussioni che erano nate.

Interpellata Giulia da Ilary su chi voleva uscisse tra le due, lei ha risposto con onestà e sincerità che le voleva fuori entrambe per ciò che aveva visto. Dalla risposta di Giulia l’ennesima polemica tra le Mosetti e la De Lellis.

Cosa era successo tra Asia e Andrea?

Andrea e Asia inizialmente erano stati rinchiusi entrambi in cantina: tra di loro si era stabilito un forte feeling, un inizio di quella che sarebbe potuta essere una grande amicizia. Diversi però erano stati gli atteggiamenti di Asia verso Giulia che erano stati fraintesi dai fan della coppia, i quali notavano un’eccessiva vicinanza fisica e un continuo ricercare il contatto da parte della giovane Mosetti. Ad intervenire sulla questione anche la fidanzata di Andrea, Giulia De Lellis la quale ha invitato la Nuccetelli a limitarsi e stargli lontana.

I migliori video del giorno

Asia cosa provava realmente per Andrea?

Andrea durante il serale ha ammesso che secondo lui Asia si era leggermente infatuata di lui; mentre Asia ha rigettato ogni tipo di insinuazione affermando che a legarla al giovane dj era soltanto un sentimento di fratellanza. Prima dell’uscita dalla casa Asia ha ricevuto la sorpresa del padre, che ha ribadito la stima e l’affetto che ha per la figlia: fuori dalla casa l’aspetta per passare finalmente qualche giorno insieme.