Durante la diretta di ieri pomeriggio di Domeni Live, negli studi di Cologno Monzese, ad un certo punto si è potuto notare l'espressione particolarmente esterrefatta di Mauro Coruzzi (in arte Platinette), e a seguire delle urla di aiuto. Le telecamere mostrano un uomo al lato dello studio, che chiede aiuto a Barbara d'Urso e a tutti gli italiani, trovandosi, a suo dire, in una situazione economica non felice. Platinette cerca di portarlo fuori, promettendogli anche un panino nel bar dell'azienda, in quanto l'uomo ha palesato la sua necessità di mangiare, ma Barbara D'Urso, al grido di "Qui non si censura nulla" permette invece all'uomo di parlare, cedendogli anche un microfono.

"Ti prometto che ti darò la parola, ma prima dovresti prendere un appuntamento con i miei autori e poi ti prometto che ti darò la parola, ma non è questo il modo e il momento." A tali affermazioni l'uomo risponde: "Ho bussato tante volte al tuo camerino, Barbara, ma non mi hai mai risposto". La d'Urso gli rinnova nuovamente il suo aiuto, ma in un'altra sede. Platinette riesce a questo punto accompagnare l'uomo fuori dagli studi di Domenica Live.

È un ex comico di Zelig

Sembrerebbe che molti utenti di Twitter abbiano riconosciuto nell'uomo che ha fatto irruzione nel programma della d'Urso un ex comico del programma satirico Zelig. E costui ha anche un nome: Roberto Sassetti. Il comico, infatti, sembrerebbe essere diventato senzatetto da almeno 3 anni. “Il mio posto non è in una roulotte ma davanti alla telecamera, aiutatemi.

I migliori video del giorno

Quando avrei dovuto compiere il salto professionale, decisi di iniziare a studiare fisica nucleare: l’obiettivo era ed è proporre uno spettacolo culturalmente di valore, non un semplice intrattenimento comico. Ho perso pure la fidanzata che diceva di volermi sposare. Non mi faccio una doccia calda da due anni. Sesso? Dimenticato, vado per immaginazione.” In un altro video appello su YouTube, invece, Roberto ha rincarato la dose, chiedendo in modo chiaro ed inequivocabile aiuto per trovare un lavoro: “Sto morendo, cerco il cibo dai cassonetti, che qualcuno mi salvi, farei anche il lavapiatti”.