American Horror Story anche alla sesta stagione è una serie che continua a rendere complicate le nostre nottate. Il cambio di registro ha dato una nuova energia al prodotto di Ryan Murphy e Brad Falchuk e, dopo alcuni alti e bassi delle ultime stagioni, hanno ripreso il sadismo, la cattiveria, l'orrore, la disumanità dei tempi migliori, soprattutto nelle ultime due puntate, la settima e l'ottava, in uscita in Italia su Fox nelle prime settimane di dicembre. Ricordiamo, se ce ne fosse bisogno, che i due sono stati i creatori di Glee, una serie-musical caratterizzata decisamente da altri toni e hanno deciso di riversare i lati più oscuri delle proprie menti - geniali - in American Horror Story.

Scoprire Lily Rabe e altre grandi attrici

AHS è stata e continua a essere anche un'ottima vetrina per giovani attori e attrici, oltre che un'ottima occasione di rilancio per attori di un certo calibro ma un po' dimenticati dai responsabili dei casting delle grandi produzioni statunitensi. Grazie a questa serie è stato possibile vedere all'opera delle attrici superbe come Jessica Lange (fino alla quarta stagione) e Kathy Bates, entrambe vincitrici del Premio Oscar. Riguardo, invece, attrici di nuova generazione, si possono citare Emma Roberts, la nipote di Julia Roberts, comparsa nella terza e nella quarta stagione, Taissa Farmiga, prima e terza stagione, ma soprattutto Lily Rabe, presenza costante finora di tutte le stagioni di American Horror Story. L'attrice, nata nel 1982, ha dimostrato di saper interpretare in modo sempre molto affascinante personaggi dalla personalità molto diversa.

I migliori video del giorno

Ovviamente, è possibile notare questa capacità anche negli altri attori ricorrenti, grazie alla formula antologica di AHS, ma Lily Rabe è un'attrice di cui ci si innamora facilmente. Nelle stagioni precedenti ha avuto la parte di fantasma, suora posseduta, strega, prostituta serial killer, quest'ultima forse la parte più complessa e che inevitabilmente è stata confrontata con l'interpretazione di Charlize Theron. Infatti, la vicenda della prostituta coinvolta in vari omicidi è basata sulla storia vera di Aileen Wuornos e la Theron ha anche vinto l'Oscar come miglior attrice protagonista. Nella sesta stagione, invece, Lily Rabe è una dei protagonisti "reali" delle vicende di Roanoke, una donna complessa che agisce anche contro se stessa, che non accetta quello che le sta accadendo, ma alla fine ne rimane totalmente offuscata, non riuscendo più a uscire dall'incubo.

L'episodio 8 di American Horror Story 6

Non ci saranno spoiler. Diciamo solo che l'ottavo episodio ricominciava da tante storie in sospeso, tanti personaggi preda di situazioni o pericoli molto grandi.

Si è dimostrato uno degli episodi più stile horror - insieme al sesto - con apparizioni improvvise di creature soprannaturali, urla, fughe, uccisioni. Alcune scene sono chiaramente ispirate da The Blair Witch Project, uno dei progetti horror più interessanti, che mescola in maniera similare realismo e finzione come nel caso di AHS. Soprattutto in questa stagione è accentuato l'intrecciarsi tra la rappresentazione della realtà e il soprannaturale, a volte in modo poco chiaro, anche grazie all'utilizzo simulato della forma scripted reality. Ci sono state, ovviamente, delle morti eccellenti e i protagonisti rimasti in vita sono sempre in numero inferiore. Non sappiamo come andrà a finire, Murphy e Falchuk ci hanno abituato a finali di stagioni anche dilatati negli ultimi due episodi, a volte in modo condivisibile altre volte più deludente. Sicuramente questa sesta stagione è stata una svolta, uno scostamento dallo stile precedente e l'episodio numero 8 è un'ottima rappresentazione di questo stile. Non resta che aspettare con ansia la fine della stagione, per capire chi sopravviverà. E poi non ci resterà che aspettare la settima stagione, già annunciata per il 2017.