Pronti per un nuovo appuntamento con la nostra seguitissima rubrica dedicata alle anticipazioni riguardanti le prossime puntate de Il Segreto che avremo modo di vedere in onda in tv a partire da gennaio 2017 in prima visione assoluta. Cosa succederà in questi nuovi episodi inediti? Le anticipazioni rivelano che ci sarà in primis l'atteso ritorno a casa di Aurora: la figlia di Pepa ritornerà dopo aver saputo della morte di suo fratello Bosco e deciderà di prendersi cura del piccolo Beltran che purtroppo è rimasto orfano di entrambi i genitori.

Spoiler Il Segreto puntate gennaio 2017: arriva un nuovo parroco

Ma questa non sarà l'unica novità della soap opera spagnola: le anticipazioni de Il Segreto di gennaio, infatti, rivelano che assisteremo all'addio (momentaneo?) di don Anselmo.

Il vecchio parroco di Puente Viejo a causa di una malattia invalidante, sarà costretto a lasciare il suo incarico ed ecco che al suo posto arriverà un nuovo parroco: trattasi di don Berengario, il quale fin dal primo momento dimostrerà di essere completamente differente dal buon don Anselmo, che tutti volevano bene e stimavano in paese. Il nuovo don Berengario dimostrerà di essere un uomo di Chiesa dal carattere perverso e per molti tratti il suo modo di fare ricorderà quello della perfida e astuta donna Francisca.

Tutta la verità su Quintina

Novità in arrivo anche per Hipolito: come ben saprete, infatti, l'uomo ha provato a ricostruirsi una nuova vita con Gracia dopo che è stato abbandonato da un momento all'altro da Quintina. Ma che fine ha fatto la donna? Ebbene proprio negli episodi de Il Segreto che vedremo in onda da gennaio 2017 scopriremo che in realtà Quintina è morta: la drammatica notizia verrà riferita ad Hipolito all'interno dell'emporio e in un primo momento l'uomo rimarrà profondamente sotto choc, visibilmente amareggiato per quanto è successo alla donna di cui era innamorato follemente.

I migliori video del giorno

In seguito, però, Hipolito deciderà di voltare pagina definitivamente e organizzerà le sue nozze con Gracia.