7

La durezza di Cosimo, vittima dei mille tormenti che lo attanagliano, si spezza solo di fronte a Contessina. L'amore della donna è inscalfibile, immune ai torti ed alle umiliazioni più dure. E' disposta a crescere il figlio illegittimo di Cosimo che Maddalena, l'amante, porta in grembo. Ed è con questa scena, tra lo sguardo fiero di lei e la commozione di Cosimo, che si chiude una delle più coinvolgenti fiction del 2016.

Annabel Scholey/Contessina de' Medici: "the Queen" 

Il personaggio, già ammirato per la tempra, la naturale eleganza e le doti di gran dama del '400, raggiunge nel finale il vertice: Contessina, interpretata con convincente intensità da una bravissima annabel scholey è a pieno titolo la grande rivelazione di questa prima serie de I Medici.

E' una donna innamorata, capace di trasformare le pene di un connubio infelice in un atto di forza, di dignità, di impari generosità. Il volto di Cosimo e il suo sguardo negli occhi di lei mentre ascolta parole inaspettate, sono il riflesso di un crescendo shakespeariano che sorprende e coinvolge il pubblico.

Cosimo de' Medici: Richard Madden gli conferisce spessore

La maturazione psicologica dei diversi protagonisti è tra gli aspetti più significativi della fiction. Ma è Cosimo de' medici ad offrire la migliore prova di questo singolare processo alimentato dal corso drammatico della vicenda. Da ragazzo aperto e carico di illusioni, si trasforma in un capo famiglia spietato, passando per le prove della prigionia e dell'esilio, afflitto da sensi di colpa per un ruolo subito in nome del volere paterno.

I migliori video del giorno

Questa condizione lo rende sempre più ombroso, diffidente, insensibile. Vive il proprio dramma in una solitudine volontaria, dopo aver lasciato anche il letto di Maddalena, la cortigiana veneziana che ha portato con sé dopo l'esilio. 

Lorenzo de Medici si discolpa. Ma la morte è in agguato

Marco Bello, che per affetto aveva taciuto, confessa a Cosimo i sospetti sul fratello Lorenzo per l'assassinio del padre. Il pathos che segue alla rivelazione segna ancora di più il protagonista. E quando Lorenzo riuscirà a discolparsi, è proprio su Marco Bello che s'indirizza l'ira di Cosimo, disposto a perdere così anche l'amico più fidato. Tuttavia, per Lorenzo non ci sarà salvezza. Scoperto il sicario al soldo di Andrea Pazzi, lo assicura alla giustizia fiorentina proprio grazie all'intervento del sempre vigile e leale Marco Bello. Ma finisce in una trappola nella quale troverà la morte.

Per Cosimo è l'ennesimo dramma.

Andrea Pazzi, nuovo nemico de I Medici

Dopo l'assassinio degli Albizzi, Andrea Pazzi ha campo libero e può così tentare la sua ascesa al potere, diffondendo calunnie sul conto di Cosimo ritenuto il mandante dell'omicidio di Rinaldo Albizzi e di suo figlio. La reputazione dei Medici è messa in pericolo e persino il Papa si allontana dalla famiglia fiorentina, trovando proprio in Pazzi il nuovo banchiere cui affidare le ingenti finanze vaticane. Ma il sacrificio di Lorenzo scombina le sue ambizioni. Frattanto, Piero de' Medici conquista la fiducia del padre con un trascinante discorso a Palazzo della Signoria.

Giovanni de' Medici assassinato da Ugo, il fidato contabile

Naturalmente, l'assassinio di Giovanni, il capostipite, con il quale la serie si era aperta, rimane irrisolto. Ma solo per i protagonisti. Infatti è il narratore che svela al pubblico il vero colpevole e il suo movente: si tratta di Ugo Bencini, contabile e fidato consigliere della famiglia. Disgustato dal comportamento cinico di Giovanni e complice ignaro delle sue trame, decide di compiere il gesto fatale, ispirato da una crisi di coscienza. La rivelazione è un vero colpo di scena finale. Ma tutto si ricompone nel segreto e sotto le insegne della potente famiglia fiorentina. Mentre Lucrezia, moglie di Piero, annuncia a Contessina di aspettare un figlio: si chiamerà Lorenzo. E sarà il "Magnifico". Appuntamento con i Medici alla prossima stagione.